Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 147

Politica, Cosa Pubblica, Sindacato: alcune tappe della mia vita

Giuseppina Salvadori

Una pensionata testimonia il suo impegno politico-sindacale, iniziato con il lavoro in fabbrica: una forte passione unita a determinazione e coraggio, le hanno permesso di superare una latente forma di maschilismo e di suscitare stima anche negli avversari politici.
Estremi cronologici
1970 -1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 5
Collocazione
MP/T2

La Conciaria, Le Donne, Il Partito

Giuseppina Giambelli

Testimonianza di una pensionata, per tanti anni operaia in una fabbrica di concia delle pelli: alla discriminazione sessuale si aggiunge quella per l'attività politico-sindacale, osteggiata dall'azienda, interessata solo alla produzione e non ai diritti dei lavoratori.
Estremi cronologici
1934 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 6
Collocazione
MP/T2

Una vita come tante

Gianfranco Fiorentini

Autobiografia di un pensionato, che abbraccia gli anni dall'infanzia in campagna, sino ad oggi: conclusi gli studi, trova presto un lavoro sicuro e si interessa di politica, avvicinandosi al partito comunista e al sindacato C.G.I.L., per il quale ha seguito la nascita del giornale del Sindacato Pensionati Italiani, di Ivrea.
Estremi cronologici
1939 -1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MP/Adn2

Una roccia sedimentaria

Giorgio Bolognesi

Un pensionato ricostruisce, sin dalle origini, la storia della propria famiglia e del suo paese: la guerra gli distrugge la casa e lo separa dalla madre e dalle sorelle. Riunitosi ai familiari e superate le difficoltà di trovare un lavoro stabile, vede rinascere la propria terra.
Estremi cronologici
1931 -1991
Tempo della scrittura
1991 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/Adn2

Come arrivai a Miano

Ettore Combattente

A Miano, un quartiere della periferia di Napoli, l'autore diventa nel 1953 il più giovane segretario di sezione del partito comunista: svolge la sua attività in favore dei diritti dei lavoratori, spesso licenziati per la loro vicinanza al sindacato, e perchè il quartiere abbia migliori condizioni igienico-sanitarie.
Estremi cronologici
1952 -1957
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MP/Adn2

[...] Sono nata in una famiglia di operai

Elsa Pelizzari

Testimonianza di una pensionata, che ricorda l'impegno come staffetta partigiana: catturata dai tedeschi durante la loro ritirata, riesce a scappare grazie all'aiuto di un militare della Wermacht.
Estremi cronologici
1929 -2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 6
Collocazione
MG/T2

Frammenti di vita, percorso di un lavoro

Ferruccio Brugnaro

L'autore comincia a lavorare in fabbrica giovanissimo, agli inizi degli anni '50. Le condizioni sono difficili, il salario basso, sale quindi la sua rabbia che si concretizza nell'impegno sindacale svolto anche attraverso la diffusione delle sue poesie politiche presso molte fabbriche.
Estremi cronologici
1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 3
Collocazione
MP/T2

[...] Negli ultimi giorni dell'estate del 43

Virgilio Mario Colantonio

Catturato dai tedeschi mentre è sfollato con la famiglia in un paese del napoletano, un professore di filosofia, di costituzione gracile e delicata, è deportato nella Germania occidentale e costretto ai lavori forzati. Un anno e mezzo segnato dai soprusi di alcuni capo-baracca, dal lavoro in fabbrica e lungo le ferrovie, dalla fame insanabile e dalla paura, finirà con l'arrivo degli americani.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1948 -1960
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 108
Collocazione
MG/03

Memorie di prigionia

Anteo Bruschi

Un soldato è preso prigioniero dai tedeschi nel settembre del 1943 e deportato in un lager in Germania. All'inizio lui e i compagni sono costretti in miniere di torba, poi lavorano in una fabbrica di carri armati dove riescono ad organizzare una forma di boicottaggio. Descrive gli orrori di quasi due anni di prigionia, fino all'arrivo degli Alleati e al ritorno a Perugia.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MG/03

Cronache di...Giorni lontani e felici

Danilo Gigli

L'autore racconta la sua infanzia serena prima a Terni poi in Sicilia. A Catania cresce, studia, lavora, sempre vicino alla sua famiglia. Nel 1943 va militare in Piemonte dove lo sorprende l'Armistizio. Preso prigioniero dai tedeschi, è deportato in Germania, dove è costretto a fare diversi lavori, alcuni massacranti. Nell'aprile del '45 arrivano gli alleati, ma solo a fine luglio del 1945 riesce a far ritorno a Catania.
Estremi cronologici
1922 -1945
Tempo della scrittura
1991 -1996
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 763
Collocazione
MP/03