Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 22

Passaggio del fronte

Dante Bartolucci

Un abitante dell'Appennino toscano rievoca i giorni dello sbandamento e del terrore sul fronte della Linea gotica, alla fine della seconda guerra mondiale. Di notte, cerca di trasportare in territorio libero la propria famiglia e il bestiame.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 7
Allegati
Consistenza
pp. 133
Collocazione
MG/91

I terribili anni dello sbandamento

Giovanna Pambieri

I due anni fra l'armistizio e la fine della guerra vissuti seguendo il marito nella drammatica situazione di disertore che cerca di sfuggire alla fucilazione, ma viene catturato dalle Brigate nere; lei lo salva e poi lo nasconde nella casa del suocero.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
MG/96

Diario di due anni

Dino Villani

Il dirigente d'una azienda pubblicitaria è sfollato a pochi metri dal confine svizzero, ma ogni mattina va al lavoro a Milano. Al ritorno scrive nel suo diario ciò che vede in città: una cronaca che è una miniera di fatti, voci e reazioni popolari di quei giorni, con un racconto in tempo reale di Piazzale Loreto.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 571
Collocazione
DG/96

Biografia di un fascista passato a comunista democratico

Giuseppe Borriello

Un ragazzo napoletano nato col fascismo vive l'esperienza della guerra senza esserne travolto, lavorando anche in Germania; poi si rifugia nel senese e viene impiegato in diverse compagnie petrolifere, guadagnandosi molte lodi per la sua precisione.
Estremi cronologici
1930 -1981
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 146 con all.
Collocazione
MP/97

La mia fuga

Valentino Del Buono

Arruolato mentre lavorava in una fabbrica di aerei, viene mandato a combattere in Corsica; fatto prigioniero dai tedeschi, riesce a fuggire da un treno e ad arrivare alla fine della guerra nascondendosi in casa con l'aiuto della moglie.
Estremi cronologici
1938 -1945
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MG/97

[...] Ce ne sono due di questi quaderni

Selene Balestreri

Una pensionata rievoca alcuni momenti importanti della propria vita: l'incontro con il futuro marito, gli anni duri della guerra, l'ansia per la sorte dell'uomo che ama, costretto ad aderire alla repubblica di Salò e poi disertore e ricercato. Infine, le gioie per le due maternità e le nuove speranze nate nel rivedere la famiglia unita.
Estremi cronologici
1920 -1953
Tempo della scrittura
1987
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/99

Affrontando i ricordi 1944-1945

Giovanni Comparin

Dopo l'8 settembre del 1943 un giovane studente si arruola nell'esercito della Repubblica sociale. A tappe forzate raggiunge prima le Marche e poi l'Abruzzo dove, lungo la linea Gustav, è testimone della ritirata tedesca. L'autore diserta nel giugno 1944 e raggiunge Vicenza, dove è in pericolo fino all'arrivo degli americani, nell'aprile 1945. Con alcune pagine di diario dell'epoca.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MG/99

[...] Nel corso di una discussione

Luigi Fonti

Un esule volontario in Svizzera, all'inizio del secolo partecipa con intenso attivismo e consapevolezza al movimento del socialismo - sindacalismo dei fuoriusciti italiani a Lugano. Conosce intellettuali e politici anarchici e socialisti dell'epoca. Si sposa e ha due figlie, una delle quali sposa Vincenzo Gigante, comunista imprigionato, torturato e morto nel 1945. Attraverso la storia di Gigante, Fonti penetra nelle vicende del fascismo e della guerra.
Estremi cronologici
1877 -1945
Tempo della scrittura
1946 -1947
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
biografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 156
Collocazione
MP/00

E' il mio diario

Gian Cristiano Pesavento

Il protagonista entra molto presto nelle file dei partigiani e, durante la guerra, combatte contro i tedeschi, da cui spesso è costretto a scappare, rifugiandosi nelle montagne. La sua delusione, dopo il 25 Aprile 1945, nasce dalla scoperta di aver " vinto militarmente il fascismo ma non la burocrazia che rimaneva la stessa".
Estremi cronologici
1939 -1945
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MG/00

Memorie della mia vita

Antonio Rotunno

In nove volumi, l'autore racconta la sua vita dalla nascita fino alla prima guerra mondiale alla quale partecipa solo nell'ultimo anno, a causa di una lunga convalescenza. Descrive i paesi dove svolge il servizio militare, commenta i fatti storici italiani dell'epoca, ma soprattutto le vicende del suo paese, dei compaesani e commilitoni.
Estremi cronologici
1881 -1918
Tempo della scrittura
1923 -1934
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 1051
Collocazione
MP/02