Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 24

Palermo è nu villinu...quanta felicità

Fernando Buti

Figlio di un sottufficiale di polizia non asservito al regime fascista, narra la vita di uno studente fiorentino a Palermo negli anni Trenta.
Estremi cronologici
1932 -1979
Tempo della scrittura
1987 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 204
Collocazione
MP/91

Una vita un giornale

Carlo Gigli

Un redattore della "Gazzetta del Popolo" di Torino ricorda la vita del suo giornale e i suoi più importanti "servizi speciali".
Estremi cronologici
1917 -1985
Tempo della scrittura
1980 -1985
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 502
Collocazione
MP/92

Dall'altra parte

Antonino Caserta

Tutta la vocazione sociale e culturale di un giovane di azione cattolica che fin dall'infanzia si è sentito votato a ruoli eccezionali e poi, come prigioniero di guerra in Africa Settentrionale, ha cominciato a svolgere compiti di assistenza didattica e di scrittura che lo porteranno al giornalismo.
Estremi cronologici
1925 -1948
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 227
Collocazione
MP/97

Diario

Anita Sandri

La breve sintesi di una vita piena di eventi, dalla nascita a Bengasi - figlia di un giornalista che morirà in Cina durante il conflitto cino-giapponese - al trasferimento in Italia negli anni di guerra e al matrimonio, che la porterà a vivere in Australia; poi il divorzio e un nuovo matrimonio con un inglese, anch'esso fallito. Fino al ritorno in Italia, quando sua sorella si uccide.
Estremi cronologici
1930 -1970
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 40
Collocazione
MP/97

Amorexia

Barbara Lalli

Un anno di annotazioni in cui l'autrice, una giornalista, ricorda l'infanzia trascorsa in Marocco, i difficili rapporti con la madre, i problemi con l'anoressia, riflette sul lavoro, sui rapporti con gli uomini, discute su politica e religione. Introduce ogni giornata con citazioni letterarie.
Estremi cronologici
1968 -2002
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 185
Collocazione
MP/04

Diario 2

Michele Lalli

Un giornalista e scrittore vive a Roma e scrive un diario annotando fatti e persone anche incontrate per caso, per il suo lavoro, ma anche per trovare ispirazione per un romanzo. Sempre presente nel testo i luoghi e la gente dell'infanzia, i ricordi della prigionia in Germania e soprattutto la sua malattia, l'infarto, la paura della morte, ma anche la lotta per smettere di fumare e bere.
Estremi cronologici
1958 -1963
Tempo della scrittura
1956 -1963
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
poesie
ricordi
cronaca
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 174
Collocazione
DP/05

Indagine sopra l'archivio della memoria di un operaio IPCA di Cirié

Paolo Randi

La testimonianza di un operaio, per due anni dipendente dell'IPCA, industria chimica dell'interland torinese: faticosi orari di lavoro, nessuna misura di sicurezza contro le esalazioni e nessuna tutela a favore dei dipendenti. Nominato nella commissione interna, cerca di far valere le richieste degli operai, senza che queste siano accolte. Dopo la perdita di alcuni amici, forse deceduti a causa della tossicità dell'ambiente, apre un'attività commerciale. Nei primi anni Settanta la fabbrica sarà indagata per l'inquinamento delle acque dello Stura.
Estremi cronologici
1963 -1972
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/06

Utopie perdute

Ferruccio Bensasson

La spensierata giovinezza di un giornalista vissuto a lungo a Tunisi, dove partecipa alla fondazione di un settimanale e, per il suo impegno politico, è arrestato: evaso dalla prigione continua la sua militanza nel Partito comunista e la sua attività giornalistica. Negli anni Quaranta il rientro in Italia e nuovi impegni editoriali, tra i quali la promozione dell'Agenzia A.N.S.A.
Estremi cronologici
1935 -1960
Tempo della scrittura
1960 -1968
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 374
Collocazione
MP/08

[...]Ha luogo a Roma

Alceste Trionfi

Un giornalista di Roma, figlio di un garibaldino, appunta per un trentennio gli eventi più interessanti della sua vita: il suo lavoro di scrittore, la vita familiare, la crescita e le malattie dei tre figli, le loro difficoltà negli studi e nel lavoro, la morte del padre Augusto e di persone care, fino al suo pensionamento, la malattia della moglie e la morte della giovane figlia. Il tutto contemporaneamente alle vicende storiche e politiche di quel periodo, che arriva fino alla vigilia della Seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
1909 -1939
Tempo della scrittura
1909 -1939
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 284
Collocazione
DP/08

Il corridoio dei passi perduti

Luigi Conte

Un giornalista dell'Ansa svolge il suo servizio a Montecitorio, dove incontra colleghi famosi e politici noti: racconta le atmosfere del Transatalntico e le vicende politiche di cui è testimone.
Estremi cronologici
1960 -2000
Tempo della scrittura
2007 -2008
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 19
Collocazione
MP/10