Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 10

Vita da ingegnere

Pierfederico Testi

Tra la propria laurea e quella del figlio si snoda la vita professionale e famigliare di un ingegnere, che cerca invano di varare la costruzione in serie di navi nucleari.
Estremi cronologici
1953 -1989
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Integrazione
Fotografie
Consistenza
pp. 257
Collocazione
MP/91

La Cura Reja

Andrea Francini , Carmine Rizzo

L'amicizia corre su Internet. Due giovani ingegneri italiani all'estero per lavoro - uno in Inghilterra, l'altro in New Jersey - comunicano tramite e-mail, condividendo, oltre alla passione per il calcio italiano, le difficoltà che derivano dagli impegni lavorativi e dalla lontananza da casa.
Estremi cronologici
1996 -2000
Tempo della scrittura
1996 -2000
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Fotografie
Consistenza
pp. 235
Collocazione
E/01

Anni ruggenti... e squittenti

Carlo Alberto Bettega

L'autore, nato nel 1927, in pieno regime fascista, sottolinea ironicamente gli aspetti negativi di quel periodo. Vive i disagi della guerra, pur non prendendovi parte attiva. Laureatosi in ingegneria nel 1951, trova impiego a Milano in un'industria di bruciatori per il metano e per lavoro dovrà viaggiare molto, in Italia e all'estero, in particolare in Oriente.
Estremi cronologici
1935 -1985
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 209
Collocazione
MP/02

Una vita moderna

Italo Del Bue

Un ottantasettenne modenese, colonello durante la seconda guerra mondiale in Croazia traccia la propria autobiografia, con al centro la famiglia, i molti conflitti "che hanno modificato ogni programma personale", ma anche il lavoro di ingegnere meccanico e i molti viaggi di piacere.
Estremi cronologici
1916 -2002
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 113
Collocazione
MP/04

Un giorno dopo l'altro...

Paola Grandi

Un'ingegnere, progettista in una compagnia internazionale, affida al suo diario i piccoli grandi eventi di ogni giorno: i problemi sul lavoro si affiancano allo studio della lingua tedesca, alla passione per la musica lirica e alla cura di sé. Sullo sfondo l'espansione dell'industria aereonautica, le difficoltà di ottenere pari opportunità e qualche incomprensione con il marito.
Estremi cronologici
1976 -1979
Tempo della scrittura
1976 -1979
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 522
Collocazione
DP/04

Lavorare, che passione

Giorgio Zoppi

Le vicissitudini professionali di un ingegnere milanese che, nell'arco di oltre trent'anni, lavora per cinque diverse aziende come dirigente e consulente: accanto ad incarichi gratificanti, la presa di coscienza della superficialità di alcuni colleghi, spesso causa del fallimento di progetti di rilievo.
Estremi cronologici
1963 -1999
Tempo della scrittura
2000 -2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 99
Collocazione
MP/Adn2

Storia di un'amicizia, 1948-2008

Zoltan Goda , Giorgio Marchiani

Uno studente ungherese di diciassette anni desidera perfezionare il suo italiano e un geometra ventenne di Firenze risponde all'appello: nasce così l'amicizia tra i due protagonisti dell'epistolario. Un'amicizia che dura tutta la vita. Una corrispondenza che accompagna nel tempo, dal 1948 al 1998, la crescita dell'ingegnere Goda e dell'architetto Marchiani, da giovani universitari a mariti, a padri e a professionisti realizzati. Due vite a mille chilometri di distanza scorrono in simbiosi con il proposito di non parlare di politica per non intaccare il rapporto. Nel tempo, solo pochi incontri di persona, sempre in Italia. Lettere che si fanno sempre più prof...
Estremi cronologici
1948 -1998
Tempo della scrittura
1948 -1998
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Fotocopia originale: 1
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
pp. 259
Collocazione
E/10

Alla scoperta dell'America

Massimo Poscetti

Un ingegnere cinquantenne romano nell'autunno del 1952 partecipa ad un viaggio di lavoro negli Stati Uniti, relativo ai nuovi sistemi nell'edilizia popolare. Durante il soggiorno scrive lettere alla moglie, a casa con due figli piccoli, in cui racconta la sorpresa e la diffidenza nello scoprire una società in pieno sviluppo economico ma profondamente materialista e individualista.
Estremi cronologici
1952
Tempo della scrittura
1952 -1954
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MP/13

Una vita spesa intensamente

Ezio Camatini

Un professore universitario in pensione scrive la storia della sua vita partendo dai suoi studi di ingegnere e di ricercatore a Roma, allievo di famosi maestre. Per trent'anni è stato dirigente dell'Eni di E. Mattei, ha lavorato all'estero collaborando a progetti Nato e Unesco, ha insegnato al Politecnico.
Estremi cronologici
1916 -2010
Tempo della scrittura
2011 -2012
Tipologia testuale
mamoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
207 p.
Collocazione
MP/14

[...] Scrivo queste righe

Giovanni Maraviglia

Un ingegnere marchigiano in pensione scrive una memoria della sua vita. Nel racconto parla della sua famiglia, dei lutti, della sua attività lavorativa (ha curato la prima illuminazione di Norcia e Cascia). Continua con la crisi del Trenta e con gli anni della guerra dedicando ampio spazio ad una vicenda giudiziaria con la sorella.
Estremi cronologici
1890 -1952
Tempo della scrittura
1936 -1946
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Formato Digitale: 1
Consistenza
44 p.
Collocazione
MP/18