Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 218

Diario

Adriana Amici

Annotazioni dai 10 ai 18 anni: da Genova a Colleluce, nelle Marche, sfollata presso le cuginette e poi a Milano, per il lavoro del padre; lo studio è al centro di un diario teneramente quotidiano, fatto di dispetti e giochi, di allegria e guerra, forzato momento di crescita per tutta una generazione.
Estremi cronologici
1939 -1947
Tempo della scrittura
1939 -1947
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 1094
Collocazione
DP/96

Ponte di Cipriano

Liliana Berti

In una memoria famigliare, divisa in tre fasi, una donna contadina rievoca prima la lontana esperienza nella casa dei nonni, poi le vacanze con le cugine milanesi e genovesi, e infine la guerra, che costringe lei e il marito a sfollare, con una bambina di un anno, per sfuggire ai bombardamenti.
Estremi cronologici
1926 -1944
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 44
Collocazione
MP/96

50 anni fa

Giuseppe Francia

Vita vissuta in tempo di guerra da un ragazzo di quindici anni: la scuola, gli allarmi, i bombardamenti, il lavoro nei campi e poi gli scontri fra tedeschi e partigiani, fino al ritorno a Bologna fra le macerie.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 180
Collocazione
DG/96

[...] Dalla fine del mese di maggio

Jeanne Amelie Littoz

Breve testimonianze sull'esodo di una famiglia parigina in Savoia per sfuggire alla guerra: gli incontri, gli esodi salienti, la cronaca di una quotidianità anormale.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1940
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Trascrizione a mano: 1
Fotocopia originale: 1
Allegati
Consistenza
pp. 47
Collocazione
DG/96

La mia guerra

Enrica Marchesotti

Un anno di insegnamento nella Sardegna torturata dalla seconda guerra mondiale, vissuto da una mestra lombarda entusiasta, nonostante i sacrifici e le privazioni, della vita e del proprio lavoro.
Estremi cronologici
1942 -1943
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 4
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MG/96

La mia guerra 1940-1945

Olga Maragliano

Sfollata da Genova quando era una ragazzina, l'autrice ricorda stenti e privazioni, paure e orrori della guerra: l'arresto da parte delle Brigate nere, il mitragliamento in cui venne ferita, l'uccisione di un fascista, i giorni passati in galleria.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1990
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MG/96

Diario di guerra

Elda Verna

Il passaggio del fronte abruzzese vissuto in una grotta e poi a Nord, nelle Marche, dove da un magazzino vede la poderosa risalita dei tedeschi. Una sartina, poi impiegata alle poste, rimette a posto gli appunti di guerra, fino al ritorno a casa.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Trascrizione a mano: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
DG/96

Sagra dei ricordi

Rachele Varvaro

La campagna toscana è la protagonista principale di questo racconto autobiografico, che culmina nell'episodio dello sfollamento in una villa, dove l'autrice accoglierà soldati, gente di città in fuga e partigiani, in mezzo a grandi paure.
Estremi cronologici
1945
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 108
Collocazione
MG/96

Diario di due anni

Dino Villani

Il dirigente d'una azienda pubblicitaria è sfollato a pochi metri dal confine svizzero, ma ogni mattina va al lavoro a Milano. Al ritorno scrive nel suo diario ciò che vede in città: una cronaca che è una miniera di fatti, voci e reazioni popolari di quei giorni, con un racconto in tempo reale di Piazzale Loreto.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 571
Collocazione
DG/96

Cui bono

Alberto Paolo Angeli

"La guerra avrebbe un lato buono se insegnasse a odiare la guerra". L'Autore, sfollato presso l'amico pittore Bernardini, torna a Firenze nell'estate del '44 e ritrova la sua bottega di antiquario completamente distrutta dai tedeschi che hanno fatto saltare anche i ponti sull'Arno.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
DG/97