Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 425

Ricordi della campagna razziale (1938-1944)

Mario Tagliacozzo

L'autore ha trentasei anni quando nel 1938 escono le prime leggi razziali contro gli ebrei. Durante la guerra, con la famiglia, è sfollato prima nelle Marche, poi a Magliano Sabina. Infine, tornati a Roma, si salvano anche grazie all'aiuto della Chiesa.
Estremi cronologici
1937 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 419
Collocazione
DG/97

La mia guerra

Pasqualina Iavarone

Le incursioni aeree costringono una famiglia campana a sfollare dalla città: ha inizio un lungo periodo di disagi, condiviso coi parenti, sotto la minaccia costante dell'aggressione tedesca.
Estremi cronologici
1940 -1947
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 33
Collocazione
MG/92

Parlami d'amore Mariù. Vita "ritrovata" al tempo del Coronavirus

Marcello Venturini

Un uomo fa memoria della propria vita, raccontando in particolare gli anni dell'infanzia e della giovinezza. Nato nel 1940 a Siena, assiste insieme al padre all'arrivo degli Alleati in città e nonostante all'epoca fosse molto piccolo ricorda anche altri episodi del tempo di guerra, legati soprattutto allo sfollamento e ai bombardamenti. La storia familiare, il percorso di formazione e di studio, l'impegno politico sono - oltre al periodo bellico - i temi principali del suo racconto.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1940-1943
Fine presunta: 1990-2000
Tempo della scrittura
2020 -2021
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
95 p.
Collocazione
MP/22

Ed ora, 50 anni dopo...

Eugenia Servi

A Pitigliano, in Toscana, una comunità ebraica si disperde a causa delle leggi razziali e della guerra. Una bambina si trova in mezzo a questi eventi. L'antisemitismo di Stato causerà, a lei e alla sua famiglia, licenziamenti, fughe per nascondersi e l'internamento; sul finire della guerra saranno anche costrette ad alloggiare in una grotta nel tufo.
Estremi cronologici
1938 -1995
Tempo della scrittura
1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 49
Collocazione
MG/99

Dolce è il sapore della memoria

Marcella Zaccagnini

Una donna nata nella provincia romana sul finire degli anni Trenta ricorda il periodo dell'infanzia. Orfana di padre, durante la guerra sfolla con la madre e il fratello per sfuggire ai bombardamenti, trovando ospitalità in Umbria presso alcuni parenti. Nel dopoguerra raggiunge la madre a Roma, dove la donna si era trasferita alla ricerca di lavoro. L'impatto con la città rappresenta per lei una prova non facile, ma riesce a superare le difficoltà e quando appena tredicenne inizia a lavorare come parrucchiera è felice per i primi guadagni e soddisfatta del proprio lavoro.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1941-1942
Fine: 1951
Tempo della scrittura
2006 -2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
55 p.
Collocazione
MP/22

[...] 2 ottobre 1932 parto dal mio paesello

Ebe Zannetti

Una donna ricorda il periodo dell'infanzia e della giovinezza, iniziando a raccontare di sé a partire da quando undicenne entra in collegio per proseguire gli studi. Tra anni Trenta e Quaranta si susseguono i suoi ricordi, legati prevalentemente alla famiglia, alla scuola, all'ingresso nel mondo del lavoro e al primo amore. Durante la Seconda guerra mondiale è assunta in una colonia, destinata ai figli degli italiani in Libia sfollati per via del conflitto.
Estremi cronologici
1932 -1945
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1970-1989
Fine presunta: 1970-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
77 p.
Collocazione
MP/22

La mia guerra

Angela Pirovano

Una casalinga, costretta a sfollare a Valmontone durante la guerra, affronta i disagi della vita di tutti i giorni.
Estremi cronologici
1940 -1944
Tempo della scrittura
1964
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 20
Collocazione
MG/92

Giornale di bordo

Marcello Rodino' di Miglione

Trentaquattro anni di vita (1906-1940) ricostruiti nel dettaglio, grazie a una predisposizione innata verso la scrittura di sé che lo aveva portato a disseminare agende di appunti e fatti, ancor prima di concepire sistematicamente la scrittura di un diario. Una pratica che Marcello avvia in un momento delicato della storia italiana, poco più di un mese dopo l’ingresso nella Seconda guerra mondiale. Da quel giorno e per i successivi 48 anni (1940-1988) non rinuncerà più a raccontare in prima persona la sua traiettoria personale e quella della sua famiglia, di antica nobiltà napoletana, legata in modo profondo alle vicende del Paese. Il padre Giulio, eminente...
Estremi cronologici
1906 -1988
Tempo della scrittura
1940 -1989
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
1450 circa
Collocazione
DP/21

[...] Ore 13 del 31-12-1929 la matilde

Romano Busi

Un uomo nato alla fine degli anni Venti racconta la sua vita dall'infanzia ai quarant'anni. Ultimo di cinque figli, da piccolo viene affidato per un periodo agli zii, ai quali resta molto legato anche dopo il suo rientro in famiglia e il successivo invio in collegio. Durante la Seconda guerra mondiale rischia la vita nei bombardamenti prima a Torino e poi a Bologna, finché la madre decide di sfollare. Terminati gli studi superiori entra dopo poco nel mondo del lavoro e alla fine degli anni Cinquanta incontra l'amore della sua vita.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1930-1939
Fine presunta: 1964-1970
Tempo della scrittura
2017 -2018
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
48 p.
Collocazione
MP/Adn2

Prima che venga il buio

Maria Anici

Una donna nata a Torino negli anni Trenta racconta la propria infanzia. In una memoria scritta a distanza di oltre mezzo secolo ricorda la famiglia, la scuola, la vita quotidiana, il periodo della Seconda guerra mondiale e lo sfollamento per sfuggire ai bombardamenti.
Estremi cronologici
1933 -1946
Tempo della scrittura
2000 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 2
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
29 p.
Collocazione
MP/23