Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 101

Diario dei giorni amari

Vittoria Timmonieri

La scoperta improvvisa di un cancro alla lingua suscita tante riflessioni in una giovane insegnante che, d'improvviso, si trova costretta all'inerzia e a vivere senza poter parlare. La voglia di guarire la porterà presto a reagire nel tentativo di superare oltre al dolore fisico quello dell'anima.
Estremi cronologici
1978 -1984
Tempo della scrittura
1984 -1984
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 46
Collocazione
DP/87

[...] Non chiedetemi come mai

Ave Tiddi

Il racconto di un lungo anno trascorso dentro un lager di smistamento a Dresda da una giovane diciassettenne che descrive il lavoro nelle fabbrica, i bombardamenti, le paure ma soprattutto le speranze portate da una fede incrollabile nella "nuova patria".
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1944 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 87
Collocazione
DG/89

Io cantastorie: libertà vo' cercando

Severina Rossi

L'autrice, quinta figlia di un'ex filatrice e di un cantoniere, descrive infanzia e giovinezza nelle campagne della provincia di Cremona. Per aiutare la famiglia in quel periodo di ristrettezze economiche impara il mestiere di sartina, mentre studia di notte e di nascosto. Allo scoppio della guerra le condizioni di vita della popolazione peggiorano, i tedeschi seminano il terrore, come gli squadristi che arrivano a "mettere ordine". Chi non aderisce al Partito non trova lavoro, o viene licenziato. Contraria a questo regime si mette in contatto con alcuni socialisti del Comitato di Liberazione Nazionale ed entra nella Resistenza. Incarcerata dopo un rastrella...
Estremi cronologici
1920 -1945
Tempo della scrittura
1988 -1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 132
Collocazione
MG/94

Diario dal terremoto: Gemona 6 Maggio 1976

Tiziana Rizzi

Un forte boato poi il nulla. Una testimonianza del terremoto friulano del '76 scritta da una giovane donna che, con coraggio, affronta i lutti, la miseria, la paura, la vita nelle tendopoli e, infine, la ricostruzione.
Estremi cronologici
1976 -1996
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 22
Collocazione
MP/99

[...] Il pensiero

AA.VV.

Lettere che detenuti di varie parti d'Italia inviano ad una suora, ringraziandola per gli aiuti economici e morali con i quali rende la loro pena più sopportabile.
Estremi cronologici
1985 -2000
Tempo della scrittura
1985 -2000
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 36
Collocazione
A/Adn2

Mandi Maiano

Franco Persic

L'esperienza di dieci giorni di volontario soccorso ai terremotati del Friuli, nel maggio del 1976. Con altri della Croce bianca, l'autore aiuta a recuperare, dalle case crollate, cibo e vestiario e collabora alla costruzione delle baracche, in mezzo a una popolazione che, nella tragedia, mantiene alta la propria dignità.
Estremi cronologici
1976
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 21
Collocazione
MP/02

Le mie memorie

Archimede Mirko Bianchini

Dopo la prigionia in Iugoslavia, l'autore torna in Italia nel 1946. Solo e senza mezzi, ha 24 anni, si rifugia nella comunità di Nomadelfia appena fondata. E' subito conquistato dalla filosofia di vita di Don Zeno, il fondatore della comunita che verrà ostaggiata dalla chiesa e dal governo e costretto a sciogliersi. Si ricomporrà in Maremma. Lui è sempre presente a lavorare, ad aiutare. Si sposa con una ragazza-madre ospite con lui di Nomadelfia e avrà una vita serena purchè povera.
Estremi cronologici
1946 -1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 12
Collocazione
MP/T2

Segnali di vita

Giuseppe Bitonto

Un giovane uomo scopre di essere gravemente ammalato. Inizia un calvario di cure, medicine, nuove malattie causate dalla radioterapia. Deve lasciare il lavoro ed è disperato soprattutto per i suoi due figli. Un "vero miracolo" e il conseguente impegno nella grafica lo salvano dalla miseria e dalla disperazione.
Estremi cronologici
1998 -2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 13
Collocazione
MP/T2

Il giorno di San Martino

Angela Brambilla

Una pensionata nata in provincia di Milano ricorda la sua vita nella cascina, il dopoguerra, l'abbandono dei campi per il lavoro nelle industrie e negli uffici della città. Alla fine del racconto, la vecchia cascina sarà abbattuta per far posto a nuove costruzioni.
Estremi cronologici
1941 -1970
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 29
Collocazione
MP/04

Diario di una vita vissuta sotto il segno della povertà

Emilio Frittoli

Nato in una "stamberga" con una famiglia numerosa e povera e con il padre alcolizzato, l'autore racconta una vita fatta di miseria, malattie, lutti e lavoro duro. Si sposa poco prima di partire soldato per la Russia dove è testimone di sconfitte e tradimenti.
Estremi cronologici
1914 -1942
Tempo della scrittura
1975
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MP/Adn2