Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 42

Ponte Lambro

Lina Prestini

Il difficile rapporto con gli alunni è materiale di riflessione di un'insegnante che ha scelto di lavorare in una scuola periferica di Milano a contatto con "bambini difficili" nel tentativo di riflettere sul proprio ruolo di educatrice.
Estremi cronologici
1980
Tempo della scrittura
1980
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 171
Collocazione
DP/88

Cronache scolastiche ovvero la vipera nel cassetto

Giovanni Roba

Il racconto di un maestro elementare che, nei suoi trentatrè anni di carriera, vede alternarsi sui banchi di scuola tanti giovani studenti con i quali cerca di costruire un rapporto di amicizia, sperimentando una didattica alternativa.
Estremi cronologici
1938 -1971
Tempo della scrittura
1938 -1988
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 69
Collocazione
MP/89

La scuola del non essere

Lidia Mariotti

Una serie di appunti di lavoro si alternano a lunghe riflessioni sul pianeta scuola. L'inadeguatezza dei programmi, l'insufficienza di materiale didattico, il disenteresse del corpo docente sono solo alcune delle critiche che un'insegnante muove alla scuola dove, a suo avviso, non si pratica una didattica finalizzata a inserire gli allievi nella società.
Estremi cronologici
1978 -1981
Tempo della scrittura
1978 -1981
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 94
Collocazione
DP/89

Diario di tirocinio

Anna Maria Salvini

Centocinquanta lezioni di una giovane maestra, che con il tirocinio si appresta ad antrare nell'universo della scuola materna: il gioco, il lavoro manuale e il canto, usati come sistema d'apprendimento per stimolare il bambino e guidarlo verso la crescita e la conoscenza.
Estremi cronologici
1969 -1970
Tempo della scrittura
1969 -1970
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Esercitazione scolastica
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 150
Collocazione
DP/90

Diario scolastico 1978-1979 e 1979-1980

Maria Vittoria Setti

Diario di un'esperienza come preside in due scuole medie. Preoccupata soprattutto per l'educazione di ragazzi alle prese con insegnanti assenteisti, e per i complessi problemi degli alunni e le malefatte della burocrazia, un'insegnante alle sue prime prove è anche schiacciata dalla stanchezza che spesso le fa perdere il controllo della situazione.
Estremi cronologici
1979 -1980
Tempo della scrittura
1979 -1980
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 128
Collocazione
DP/98

La mia autobiografia

Teresina Botta

La vita di un'insegnante che, vinto il concorso, si avvia a una brillante carriera. E' artefice di un nuovo metodo d'insegnamento basto sul gioco e scrive alcuni libri didattici per divulgarlo. Sposa un maestro di musica.
Estremi cronologici
1907 -1999
Tempo della scrittura
1999
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 224
Collocazione
MP/00

Quando c'era...la maestra

Enrichetta Lefèvre

Trent'anni di insegnamento nella scuola elementare: l'autrice tratteggia le figure di colleghe, alunni, genitori e descrive i suoi metodi di insegnamento.
Estremi cronologici
1954 -1984
Tempo della scrittura
1990 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 197
Collocazione
MP/01

Penna, inchiostro e calamaio

Maria Coppelli

Una vita dedicata all'insegnamento, nei ricordi di una maestra che, ottenuto il ruolo dopo molto precariato, assiste al formarsi di una scuola nuova: dall'educazione di regime a una maggiore libertà didattica, che le permette di organizzare recite e di insegnare canto, coltivando due passioni personali.
Estremi cronologici
1937 -1970
Tempo della scrittura
2000 -2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 70
Collocazione
MP/03

Un'esperienza didattica

Sara Cerrini

L'esperienza professionale di un'insegnante elementare toscana nel periodo 1960 - 1963. L'impossibilità di adeguarsi a metodi che schiacciano l'individuo e non tengono conto del risultato positivo del suo operato pedagogico, si traduce in difficili rapporti interpersonali con colleghi e superiori, fino alle sue dimissioni.
Estremi cronologici
1960 -1963
Tempo della scrittura
1960 -1963
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
MP/03

Appunti di vita vissuta

Serafino Alessandri

La vita affettiva e lavorativa di un insegnante elementare: dagli studi compiuti presso l'istituto religioso di Sant'Ivo a Roma, al trasferimento a Novara. Dopo essersi sposato si dedica alla costruzione di una casa propria, all'educazione dei figli e all'insegnamento, basandolo su un aggiornamento continuo e su una didattica flessibile alle diverse attitudini degli alunni. La perdita della moglie lascia un vuoto incolmabile.
Estremi cronologici
1922 -2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 138
Collocazione
MP/03