Hai selezionato la Parola chiave
Risultati ricerca: 262

[...] Mi sono svegliato presto

Anonimo

Il misterioso diario di un giovane cappellano che presta la propria missione evangelica nel campo di concentramento di Posen: tre mesi di vita tragicamente normale scandita dagli incontri con gli altri prigionieri, bisognosi di conforto, e dal tentativo di sentirsi ancora vivo attraverso la redazione di un libro di ricette, alcune delle quali dettate anche dai deportati.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1944
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
libro di ricette
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 43
Collocazione
DG/88

Ricordi di prigionia

Giovanni Anselmini

Il tormento della prigionia sotto i tedeschi, il lavoro in fabbrica e la fuga durante un trasferimento, fino all'incontro con gli americani e ai venti giorni di fermo impostigli da questi ultimi, prima di farlo ritornare in patria.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 14 con ill.
Collocazione
MG/88

Diario della mia prigionia nei lager tedeschi (Tarnopol-Deblin-Sandbostel-Fallingbostel, Munster 1943-1945)

Luigi Balbi

L'incubo della deportazione e della prigionia nel dettagliato diario di un colonnello della guardia di finanza che riuscì a sopravvivere al freddo e alla fame dei lager tedeschi, sorretto da una profonda fede in Dio e dal desiderio di rivedere i propri famigliari.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 6
Allegati
Consistenza
pp. 177
Collocazione
DG/89

Cara moglie, cari figli - cronaca di un esistenza

Romualdo Farinelli

Memoria autobiografica dell'inventore delle sale d'essai: nato a New York da emigranti umbri, ritorna in Italia ancora bambino. Innamorato dell'arte, frequenta a Roma il caffè Aragno, luogo d'incontro di politici e letterarti, e fa amicizia con il poeta Vincenzo Cardarelli, che sarà poi oggetto della sua tesi di laurea conseguita a settantasette anni.
Estremi cronologici
1908 -1983
Tempo della scrittura
1980 -1983
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 363
Collocazione
MP/89

Czerna Gora Lettere a mia madre dopo l'otto settembre 1943

Irnerio Forni

La vita partigiana nei monti della Jugoslavia, nel diario di un ufficale medico della divisione Garibaldi. Seguirà le fasi alterne dei combattimenti prestando assistenza medica non solo ai compagni di lotta ma anche alla popolazione civile, e sarà tra i primi ad entrare in Sarajevo liberata e in Zagabria città aperta.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1943 -1945
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 7
Consistenza
pp. 336
Collocazione
DG/89

[...] Da tanto tempo

Andrea Gaggero

La scelta di farsi sacerdote, determinata, più che da una vera e propria vocazione religiosa, dal desiderio di aiutare i più bisognosi, la partecipazione alla lotta antifascista, all'interno della congregazione dei filippini, il processo fascista, le torture, la deportazione a Mauthausen. Poi, l'adesione al Movimento per la pace, di ispirazione sovietica, e il processo del Sant'Uffizio che lo riduce allo stato laicale.
Estremi cronologici
1916 -1988
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Allegati
Consistenza
pp. 141
Collocazione
MP/90

1915-18. Guerra, prigionia e fame. Memorie

Igino Maggini

Due aspetti della vita di un pensionato novantenne: durante la "grande guerra" la lotta contro la fame - placata mangiando more di gelso, castagne e patate crude - e, ritornato alla vita civile e diventato segretario comunale, la difficoltà di impedire il verificarsi di illeciti amministrativi.
Estremi cronologici
1916 -1967
Tempo della scrittura
1988
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
MP/90

[...] Diario

Giulio Corti

Un militare assegnato ai servizi sedentari viene inviato ugualmente sul fronte balcanico e fatto prigioniero dai tedeschi: nel campo di prigionia dovrà lottare contro la fame e il progressivo deperimento fisico, a causa del quale verrà ricoverato in ospedale lasciando così il lavoro in miniera.
Estremi cronologici
1942 -1945
Tempo della scrittura
1945
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 48
Collocazione
MG/Adn

Diario Grenoble Lemberg Wietzendorf

Attico Dadone

Dopo l'8 settembre, i militari italiani che occupavano la "zona armistiziale francese" vengono deportati in Germania. Uno degli ufficiali, descrivendo le loro pessime condizioni di vita, dichiara: "ieri mi sono visto in uno specchio: sono uno scheletro." Allega delle poesie scritte in prigionia.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
poesie
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 202
Collocazione
DG/Adn

Fronte del Don

Vincenzo De Gaetano

Un testimone della grande catastrofe militare sul fronte del Don rievoca i giorni della ritirata e i quattro anni di prigionia in mano ai russi: partito per "consolidare le conquiste territoriali e civilizzare i popoli dell'Unione Sovietica", conoscerà fame e freddo e affronterà una lunga lotta per la sopravvivenza, guardandosi anche dai compagni italiani, pronti a uccidere per procurarsi un pezzo di pane.
Estremi cronologici
1937 -1992
Tempo della scrittura
1989 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 298
Collocazione
MG/Adn