Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 15

[...] Signore la parola che dite

Emilia

Appassionate lettere d'amore inviate da una nobildonna milanese, madre di cinque figli, a un ufficiale dei bersaglieri. Dal fitto carteggio emerge la figura di una donna emancipata, Emilia, che, esasperata da un marito insensibile, arriva, in pieno Ottocento, a chiedere la separazione legale.
Estremi cronologici
1872 -1881
Tempo della scrittura
1872 -1881
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 3
Allegati
Fotografie
Consistenza
pp. 274
Collocazione
E/86

[...] Nino, Nino, Nino caro

Ines Feliziani

"Tu vuoi l'oro e io non ne posseggo tanto da...comperarti": così scrive una giovane donna, figlia di albergatori, al suo innamorato, affettuosamente descritto come un arrampicatore sociale. La loro storia d'amore epistolare andrà avanti, tra alti e bassi, per otto anni, fino a quando lei, esasperata dalle menzogne di lui, decide di lasciarlo e si sposa con un altro.
Estremi cronologici
1930 -1938
Tempo della scrittura
1930 -1938
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 564
Collocazione
E/Adn

Il mio essere - Vattene te zoccola

Leterio Antonelli

Le idee socialiste del padre, che conobbe anche Mussolini prima della conversione fascista, e quelle clericali della nonna, che abbandonò il paese d'origine per sfuggire ai garibaldini, segnano indelebilmente i primi quattordici anni della vita di un calzolaio che assiste al crudele pestaggio del padre e all'infondata diffamazione della madre, da parte delle camicie nere.
Estremi cronologici
1910 -1926
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1980-1989
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 451
Collocazione
MP/90

Come tu mi vuoi

Flora Ritter

Nel pieno movimento politico del Sessantotto una giovane di famiglia borghese lotta fuori e dentro di sè per portare i suoi sogni al potere. Tra la scoperta della politica e le occupazioni dell'Università, Flora si interroga sulle proprie scelte religiose e sui propri blocchi sessuali, nell'epoca del libero amore. Presa nel mezzo tra assemblee ed esami passati con voto politico e un padre che le proibisce di vedere la TV e di leggere "l'immorale Tolstoj", diventa inevitabile il ricorso alla psicoterapia.
Estremi cronologici
1955 -1970
Tempo della scrittura
1955 -1970
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 6
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 338
Collocazione
DP/01

Vita di un prigioniero

Medoro Ligabue

Agricoltore e musicista, un pensionato emiliano affida alla sua breve memoria i ricordi dell'infanzia e della giovinezza: il racconto si chiude con il ritorno a casa dopo la deportazione in Germania.
Estremi cronologici
1923 -1945
Tempo della scrittura
2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 16
Collocazione
MG/07

La storia di Serafina e Giuseppe

Giuseppe Battista

Attraverso le pagine del suo diario un pensionato racconta la quotidianità di giornate passate in una piccola casa di campagna, accanto a Serafina compagna di una vita, spesso ricoverata in ospedale per le cattive condizioni di salute. Frequenti le visite dei figli, che alleviano psicologicamente le sofferenze della donna. L'incontro con una giovane donna, un'amicizia particolare che durerà per anni, riempirà le sue giornate e i suoi pensieri. Col passare degli anni, lui stesso dovrà fare i conti con gli "acciacchi" che avanzano insieme all'età.
Estremi cronologici
1979 -2019
Tempo della scrittura
1979 -2019
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Fotocopia originale: 2
Integrazione
Consistenza
pp. 6614
Collocazione
DP/Adn2

[...]Ha luogo a Roma

Alceste Trionfi

Un giornalista di Roma, figlio di un garibaldino, appunta per un trentennio gli eventi più interessanti della sua vita: il suo lavoro di scrittore, la vita familiare, la crescita e le malattie dei tre figli, le loro difficoltà negli studi e nel lavoro, la morte del padre Augusto e di persone care, fino al suo pensionamento, la malattia della moglie e la morte della giovane figlia. Il tutto contemporaneamente alle vicende storiche e politiche di quel periodo, che arriva fino alla vigilia della Seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
1909 -1939
Tempo della scrittura
1909 -1939
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 284
Collocazione
DP/08

Itinerario culturale

Natale Sciara

Un sottoufficiale dell'aeronautica in pensione ripercorre quindici anni di riflessioni su arte e cultura, che gli fanno riscoprire l'amore per la poetica. Tutto questo accanto al racconto del vissuto quotidiano, legato a queste passioni.
Estremi cronologici
1979 -1998
Tempo della scrittura
1979 -2006
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp.2968
Collocazione
DP/Adn2

Se mi leggerai

Maren Sciolan

Estratto da un diario dichiarato più ampio dall'autrice, pensionata della provincia di Roma. Le pagine parlano della fine del matrimonio e dell'incontro con un'altra persona.
Estremi cronologici
1974
Tempo della scrittura
1974 -2013
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Originale autografo: 1
Consistenza
37 p.
Collocazione
DP/15

[...] Ti piace la psicologia sperimentale?

Maria Curto , Salvatore Zerilli , AA.VV.

Due innamorati siciliani si scrivono negli anni della Seconda guerra mondiale. La corrispondenza tra i due si interrompe nel 1944, quando Salvatore, militare di leva, non dà più notizie di sé. L'epistolario contiene anche lettere di altre persone e di epoca successiva al conflitto.
Estremi cronologici
1939 -1954
Tempo della scrittura
1939 -1954
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
218 p.
Collocazione
E/16