Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 30

Cinquant'anni della mia vita

Bruno Palamenghi

Nipote di Francesco Crispi, intraprende la carriera militare dopo aver frequentato l'Accademia di Modena. Presta soccorso alle popolazioni dopo le epidemie di colera a Napoli, e in Sicilia dopo il terremoto di Messina. Nel 1911 partecipa alla spedizione in Libia e a novembre, di ritorno con gli altri superstiti, viene acclamato come eroe a Palermo dalla folla e dal Re. Durante la Grande guerra guida l'esercito nelle battaglie dell'Isonzo e nel Carso e fronteggia la Strafexpedition austriaca, riuscendo a contenerla. Prosegue le azioni di guerra conquistando Gorizia, ma viene rimosso dall'incarico e collocato, suo malgrado, a riposo. Viene richiamato in serviz...
Estremi cronologici
1863 -1935
Tempo della scrittura
1888 -1935
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 753
Collocazione
MP/07

Il pedagogo nato

Salvatore Fortunato Pisani

Educato fin da piccolo a seguire e apprendere il mestiere del padre, apicoltore e proprietario di una cereria, un giovane calabro parte per la guerra nel 1942: al rientro, dopo circa quattro anni divisi tra il fronte africano e la prigionia in America, trova l'azienda quasi ridotta sul lastrico. Desideroso di continuare una lunga tradizione familiare, riprende l'attività distinguendosi nel settore e partecipando a congressi internazionali.
Estremi cronologici
1935 -1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
MP/Adn2

Ricordi d'infanzia nella Calabria degli anni Venti

Aldo Martelli

Il ricordo dell'infanzia e dell'adolescenza di un calabrese trapiantato in Piemonte. Appartenente ad una famiglia della borghesia agraria, racconta dei genitori, delle tradizioni locali e della scuola salesiana frequentata, staccandosi per la prima volta dalla famiglia.
Estremi cronologici
1924 -1935
Tempo della scrittura
2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 11
Collocazione
MP/T2

Il progetto del papavero

Bianca Tirene

Il papavero è l'immagine che l'autrice ha scelto per rappresentare la sua anima, ed è così che si svela attraverso i sogni narrati nelle sue memorie. Una raccolta di frammenti autobiografici messi insieme durante un corso di scrittura e legati ad altri scritti nel tempo, attraverso i quali si avverte una sensazione di sradicamento che porterà l'autrice a contestare il mondo borghese in cui vive e a cercare sempre "rifugi" e strade alternative.
Estremi cronologici
2008
Tempo della scrittura
2008
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 99
Collocazione
MP/Adn2

Ricordi di Maria dei Meruzzi

Maria Dragone

L'autrice, casalinga della provincia di Cosenza, dopo aver subito una delicata operazione al cervello a causa di un tumore, scrive una memoria per ripercorrere le tappe della sua vita. A venti mesi la madre, rimasta vedova, è costretta a darla in adozione. Nella nuova famiglia è molto amata, si sposa giovanissima, ha due figli ma ben presto vive esperienze dolorose come la separazione e due gravi malattie.
Estremi cronologici
1964 -2014
Tempo della scrittura
2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
34 p.
Collocazione
MP/15

Io, Onofrio Cavalcanti, racconto la mia vera storia dalla nascita alla vecchiaia

Onofrio Cavalcanti

Un pensionato calabrese scrive la memoria della sua vita. Figlio di una ragazza madre, morta prematuramente di parto, cresce a Roma da una zia materna che non ha figli. La nuova famiglia si trasferisce al Sud dove apre un'attività commerciale che chiude dopo qualche tempo. Si diploma perito agrario, vince un concorso pubblico, si sposa ed ha tre figli, anche se non gode appieno le gioie della famiglia a causa di incomprensioni con la consorte.
Estremi cronologici
1939 -2016
Tempo della scrittura
2016
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
22 p.
Collocazione
MP/18

Lettere pervenute a Lora Sarras celebre indovina durante la sua permanenza in Napoli (Giugno e Luglio 1897) raccolte ed ordinate dal suo 1° Segretario Livio Carati. Avviso matrimoniale "Si cerca un marito" Lettere raccolte ed ordinate come sopra

AA.VV.

Sul finire dell'Ottocento, un'inserzione pubblicata su "Il Mattino" di Napoli annuncia l'arrivo in città di una celebre indovina, che offre consultazioni su casi d'amore, magia, sortilegi e incantesimi. La donna - in realtà inesistente, perché si tratta di una burla organizzata da due amici - riceve una serie di lettere da persone che richiedono il suo aiuto per problemi di salute, pene d'amore, questioni economiche, vicende familiari e "tribolazioni" di varia natura.
Estremi cronologici
1897 -1905
Tempo della scrittura
1897 -1905
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
735 p.
Collocazione
E/Adn2

30 anni di ricordi tra il serio e il faceto

Maria (Franca) Fiornovelli

Una donna di origine toscana, nata sul finire degli anni Venti, ripercorre la sua vita dall'infanzia al matrimonio. La famiglia, gli studi, le difficoltà della guerra, i viaggi, le amicizie e l'amore per il marito sono i temi principali del suo racconto.
Estremi cronologici
Inzio: 1927
Fine presunta: 1957-1958
Tempo della scrittura
2014 -2015
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
121 p.
Collocazione
MP/19

Frammenti di memoria

Gaetano Severini

Un settantenne toscano nato subito dopo la fine della Seconda guerra mondiale racconta la propria vita a partire dall'infanzia, vissuta a Pistoia con la famiglia, di origine calabrese. Rimasto orfano di padre, vive per alcuni anni in collegio. Cresciuto, inizia a lavorare, si sposa, diventa padre, viaggia e coltiva il proprio interesse per la fotografia.
Estremi cronologici
1950 -2016
Tempo della scrittura
2004 -2018
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
85 p.
Collocazione
MP/19

Diario estivo 2020

Federico Ghillino

L'autore, laureato in lettere e cinema, passa tre mesi dell'estate 2020 prima in Puglia poi in Calabria a lavorare come fotografo ufficiale di un villaggio vacanze, cercando di fare esperienze utili per il suo accrescimento come essere umano. Giornalmente appunta la sua osservazione sui vacanzieri e colleghi, facendo un'analisi delle personalità che ha di fronte.
Estremi cronologici
2020
Tempo della scrittura
2020
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
69 p.
Collocazione
DP/21