Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 45

I miei ricordi

Vittorio Pulcini

Un militare viene inviato a combattere sul fronte albanese nel corso della Seconda guerra mondiale. Dopo l'8 settembre 1943 si unisce ai partigiani locali insieme ad alcuni compagni. Nel dopoguerra si dedica al lavoro e alla famiglia.
Estremi cronologici
1942 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
96 p.
Collocazione
MG/T3

La memoria e la speranza

Piero Terracina

Un uomo di religione ebraica, arrestato a Roma nel 1944 e deportato ad Auschwitz-Birkenau a quindici anni insieme ai familiari, racconta gli orrori dei campi di concentramento nazisti e il proprio impegno di testimone di memoria.
Estremi cronologici
1938 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
27 p.
Collocazione
MG/Adn2

Quando avevo dodici anni tenevo un piccolo diario

Vittorio Polleri

La Seconda Guerra Mondiale e la Resistenza sulle montagne del genovese e dell'alessandrino rivivono, anche nei risvolti meno limpidi e più dolorosi, attraverso i ricordi di un ragazzino, di buona famiglia e di buona cultura, curioso ed attento agli avvenimenti ai quali gli era stato dato di assistere.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
2003 -2011
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
396 p.
Collocazione
MG/Adn2

Appunti di vita vissuta

Pietro Poponcini

E' il 9 luglio 1944 quando tedeschi e alleati combattono per strapparsi fazzoletti di campagna e boscaglia. Pietro si trova nei pressi di Piazza Gianni, non distante da Civitella in Val di Chiana, comune in provincia di Arezzo dove pochi giorni prima i nazisti hanno massacrato per rappresaglia 244 civili. E' con suo padre Aldo che si affanna a cercare un po' di cibo per la famiglia sfollata. Pietro deve controllare se arrivano i tedeschi: ad un certo punto ne scorge quattro che vengono giù correndo velocemente ma non fa in tempo ad avvertirlo che questi lo catturano e portano via insieme ad altri tre uomini. Quello che avviene dopo resterà sempre un ipotesi:...
Estremi cronologici
1935 -1947
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Fotocopia originale: 2
Originale autografo: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
31 p.
Collocazione
MP/17

[...] Sono nata a Voltre

Elena Bonetti

Da bambina conosce l'indigenza, la precarietà e le brutture della guerra. Col matrimonio le sue condizioni migliorano lentamente, fino al raggiungimento di un buon livello di benessere.
Estremi cronologici
1925 -2004
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Collocazione
MP/T2

[...] Sono nata il 25-8-1929

Alba Poggi

Decisa e forte, come lo sono spesso le donne romagnole, partecipa attivamente, insieme alla sua famiglia, alla Resistenza. Dopo la guerra riprende gli studi e diventa ostetrica, esercitando, anche tra le difficoltà, questa professione che lei ha molto amato.
Estremi cronologici
1929 -2004
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Collocazione
MP/T2

[...] Sono nata

Silvana Mambelli

Una vita simile a quella di molte donne e famiglie italiane: lavoro, matrimonio, emigrazione per mettere insieme denaro a sufficienza per costruirsi una casa e rientro in patria dove ci si realizza, negli anni del boom economico, finanziariamente e socialmente.
Estremi cronologici
1936 -2004
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Collocazione
MPP/T2

Qui, lontano. Raccolta di testimonianze e memorie

AA.VV.

Uomini e donne del grossetano, nati nei primi decenni del Novecento in famiglie contadine, raccontano le loro storie di lavoro, guerra, affetti, dolori e solidarietà. Tutti testimoni della Seconda guerra mondiale (e qualcuno anche della Prima), sono in maggioranza contadini e minatori, alcuni aderiscono alla Resistenza, altri si trovano al fronte e riescono a sfuggire alla prigionia dopo l'8 settembre del '43. Nel dopoguerra le condizioni di lavoro per molti di loro sono ancora molto dure e le difficoltà quotidiane restano forti.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1910-1920
Fine presunta: 1990-1999
Tempo della scrittura
2003 -2012
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Intervista
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
173 p.
Collocazione
MG/Adn2

Finché avrò voce

Armando Gasiani

Un giovane collaboratore della Resistenza nel 1944 viene catturato nel bolognese dai tedeschi e deportato insieme al fratello. Rinchiuso prima nel campo di concentramento di Mauthausen e poi a Gusen, resta prigioniero fino all'arrivo degli americani. La gioia del rientro a casa è per lui oscurata dalla morte del fratello.
Estremi cronologici
1940 -1947
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
15 p.
Collocazione
MG/T2

Cento anni di Gigetto Fazenda (Luigi Bolognesi)

Antonio Bolognesi , AA.VV.

Un uomo raccoglie una serie di testimonianze per ricordare il padre. In esse, la storia personale e familiare si mescola e si concentra soprattutto negli anni della Seconda guerra mondiale.
Estremi cronologici
Inzio: 1923
Fine presunta: 1960-1969
Tempo della scrittura
2008 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Storia familiare
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
183 p.
Collocazione
MG/Adn2