Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 13

M..I..L..T..

Yvonne Arangia

Momenti significativi della vita di quattro sorelle profondamente legate tra loro raccontati dalla minore di queste. A sconvolgere la loro serenità è l'inutile lotta contro la leucemia che porta alla morte di Lalla, la sorella più amata dall'Autrice.
Estremi cronologici
1946 -1984
Tempo della scrittura
1984
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 260
Collocazione
MP/86

[...] Giovedì 7 maggio

Liliana Fuggi

Due mesi e poco piu per scoprirsi malato e morire di laucemia. La vedova di un noto magistrato, rievoca i giorni di malattia: le corse all'ospedale, il "canto del cigno", l'agonia e la fatica di vivere senza lui.
Estremi cronologici
1992
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 11
Collocazione
MP/T

Nicòa

Maria Egle Leoni

Due genitori ripercorrono in una memoria la lunga malattia del figlio, morto di leucemia a quattro anni.
Estremi cronologici
1986 -1989
Tempo della scrittura
1990 -1991
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 111
Collocazione
MP/92

Ordine o matrimonio?

Baldassarre Turco

Un ex seminarista racconta alla seconda moglie le memorie di una vita iniziata nel dilemma se farsi prete o farsi una famiglia. Abbandonato il seminario è emigrato in Germania dove ha conosciuto la sua futura sposa, da cui ha avuto due gemelle, che lo hanno reso nonno. Morta la prima moglie, si è risposato a 54 anni, e ha dedicato alla seconda moglie questo racconto.
Estremi cronologici
1961 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 99
Collocazione
MP/97

Leucemia. Cronaca di una vittoria

Elvia Lucia Nicoletti

Doloroso racconto di una lunga malattia, la leucemia, dalla diagnosi al trapianto. L'ospedale, le terapie, l'alternarsi dei malati in una stanza che diventa mondo e, infine, la vittoria sofferta e insperata.
Estremi cronologici
1995 -1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 54
Collocazione
MP/99

Le mezze ore mancate

Olga Valentins

Una maestra in pensione, non più giovane, scrive poesie e soprattutto cerca "le sue mezze ore mancate" frequentando sale da ballo con il marito. Riesce così ad intrecciare una storia d'amore e di sesso con un settantenne mentre ricorda una relazione precedente con un uomo ora malato di leucemia.
Estremi cronologici
1998 -1999
Tempo della scrittura
1998 -1999
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
epistolario - poesie
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 279
Collocazione
DP/Adn2

Guarire dalla leucemia con il trapianto di midollo osseo

Virginia Ciuffini

La scoperta casuale di una forma molto grave di leucemia pone un'attiva e affermata giornalista quarantacinquenne di fronte alla consapevolezza di poter morire. La tenacia con la quale combatte il cancro, il calvario delle degenze in ospedale, il trapianto di midollo donato dalla sorella, la conducono finalmente alla guarigione.
Estremi cronologici
1994 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 66
Collocazione
MP/Adn2

Storie di famiglia

Annamaria Marini

La città di Napoli è lo scenario dell'autobiografia di un'insegnante elementare. L'opera si apre come una saga famigliare, che rievoca le persecuzioni razziali subite dal ramo materno della famiglia, ad opera dei nazisti, nonchè la morte del padre dell'autrice, avvenuta per infarto prima che lei nascesse. Un amato fratello le è vicino durante le gravi crisi depressive della madre. Lei cresce con una mentalità libera, frequenta gli ambienti culturali della città, si innamora e sposa un architetto, da cui ha due figli, e racconta la parabola del loro amore, fino alla separazione.
Estremi cronologici
1940 -1987
Tempo della scrittura
2001 -2003
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 137
Collocazione
MP/04

Nina Montedoro

Nina Montedoro

Nata in Turchia rimane orfana a due anni. Viene in Italia con la nonna e trascorre l'infanzia in orfanotrofio. Affronta poi il fascismo, la guerra e la liberazione. Ha un figlio che morirà a ventidue anni di leucemia. Ora vive in una casa di riposo.
Estremi cronologici
1920 -2003
Tempo della scrittura
2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 14
Collocazione
MP/T2

L'arte del saper vivere

Maria Silvia Errera

Figlia di italiani residenti in Libia, vicino a Bengasi, perde la madre a otto anni, nel 1941. Dopo l'invasione degli inglesi con il padre e cinque fratelli è costretta a trasferirsi prima a Tripoli, poi a Pantelleria e in seguito a tornare definitivamente in Italia, ad Agrigento. Costretta a fare da madre ai fratelli più piccoli cade fin da adolescente in depressione. Si trasferisce a Roma e sposa un giovane che le fa credere in un futuro migliore. La vita si accanisce ancora contro di lei, il loro unico figlio muore per una leucemia e rimarrà vedova ancora giovane.
Estremi cronologici
1940 -2004
Tempo della scrittura
2001 -2004
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotografie
Consistenza
pp. 101
Collocazione
MP/05