Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 21

Malgrado tutto, malgrado tutti

Miriam Betti

Ricordi di quattro anni di guerra raccontati ad episodi. L'autrice è una bambina quando vive, con i fratelli e la madre, esperienze dolorose, si fa protagonista di gesti teneri, subisce la morte in guerra del padre e le difficoltà a tirare avanti da parte della madre.
Estremi cronologici
1942 -2000
Tempo della scrittura
1990 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Integrazione
Consistenza
pp. 76
Collocazione
MG/00

Questa è vita

Nedy Rita Campora Vestidello

Un'anziana signora, rimasta sola dopo la morte dei genitori e del marito, rievoca i ricordi della propria giovinezza: l'infanzia, la scuola, i giochi, gli animali domestici, il matrimonio. Centrale è il ricordo dei genitori, per l'educazione che le hanno fornito e l'amore che non le hanno mai fatto mancare.
Estremi cronologici
1932 -2009
Tempo della scrittura
1999 -2009
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
8 p.
Collocazione
MP/T2

Nove cornici

Rezia Pelliconi

L'autrice racconta nove aneddoti legati alla sua vita familiare e al suo rapporto col padre, scomparso da poco più di un anno.
Estremi cronologici
1960 -2009
Tempo della scrittura
2010 -2011
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
15 p.
Collocazione
MP/T2

La mia vita

Bruna Gianassi

Alla soglie dei novant'anni, un'anziana signora decide di scrivere la storia della sua vita, soffermandosi particolarmente sul periodo della giovinezza, trascorsa nelle zone rurali della provincia di Firenze.
Estremi cronologici
1921 -2010
Tempo della scrittura
2010
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
26 p.
Collocazione
MP/T2

Ricordi di guerra e di gioventù

Nicolò Ferbri

Racconta della propria infanzia, delle esperienze scolastiche permeate di simboli fascisti, della formazione scolastica e in particolare degli anni della Seconda Guerra Mondiale e del suo futuro da Tenente dell'Arma di Artiglieria.
Estremi cronologici
1929 -1954
Tempo della scrittura
2006
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
p.12
Collocazione
MP/T3

[...] Caro don Attilio

Mario Bussolino

E' la storia di una forte amicizia fra un'invalido della Seconda Guerra Mondiale e un gruppo di ragazzini che abitano nello stesso palazzo. Racconta vari aneddoti che hanno caratterizzato parte della vita dei personaggi coinvolti: i giochi nel cortile, le gite al mare, le uscite al cinema. Da tutto ciò trapela la forza che questi giovani ragazzi infondo a Giovanni, paraplegico, ma che grazie alla loro compagnia, spesso si dimentica della propria condizione fisica.
Estremi cronologici
1951 -2012
Tempo della scrittura
2012
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
p. 8
Collocazione
MP/T3

Quei giorni non sono mai passati

Sergio D'Amaro

Insegnante e scrittore molto colto, attento alle problematiche dell'interiorità, nonché a quelle sociali, appunta sui suoi "giornali" le emozioni, i sentimenti, le riflessioni, i dubbi che il vivere quotidiano gli propone o gli impone.
Estremi cronologici
1988 -1994
Tempo della scrittura
1988 -1994
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
93 p.
Collocazione
DP/Adn2

La luce

Maria Del Turco

L'autrice vive una crisi matrimoniale profonda ed ha bisogno di ritrovare se stessa, la sua indipendenza e la sua libertà. Inizia, così, a sperimentarsi: prova a vivere da sola, pur nella consapevolezza della presenza e dell'importanza della sua famiglia, ma non riesce ad immaginarsi al di fuori di un rapporto di coppia e finisce con l'amare, nello stesso tempo, due uomini ciascuno dei quali risponde a suoi diversi bisogni. Un incidente la riconduce al marito ed alla casa coniugale mentre la dolcezza malinconica del nuovo sentimento della pietà, per sé e per gli altri, la conduce finalmente alla pace.
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
73 p.
Collocazione
MP/Adn2

[...] Si apre per me

Sergio Simoni

"Sono un vecchio militante che ha vissuto momenti brutti e belli nell'impegno attivo nel Partito e nel sindacato [...]". Così scrive Sergio in una pagina dei suoi diari che ci parlano esattamente di questo, di un uomo appassionato che ha una fede incrollabile negli ideali per i quali ha vissuto e combattuto e che, grazie anche ad un certosino lavoro di quotidiana raccolta di articoli di giornale, quasi esclusivamente dell'Unità, ci dà "il polso" del modo di pensare e di sentire degli appartenenti ad una precisa parte politica del nostro paese, in un momento storico delicatissimo che si è rivelato portatore di cambiamenti radicali nella società italiana.
Estremi cronologici
2005 -2009
Tempo della scrittura
2005 -2009
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
1113 p.
Collocazione
DP/Adn2

Diario di un preside di scuola sperimentale

Marcello Salvatici

Scrittore e poeta mancato, vive la scuola come una sorta di ripiego che non solo non si attaglia alla sua personalità, ma addirittura lo spersonalizza. Da preside, dopo l'entrata in vigore dei Decreti Delegati, stenta a riconoscersi nelle nuove modalità di gestione e le difficoltà che incontra nel dirigere un istituto grande e problematico lo sopraffanno. Ritroverà il suo equilibrio dopo il trasferimento nella piccola scuola di paese dove, tanti anni prima, aveva iniziato la sua carriera.
Estremi cronologici
1978 -1979
Tempo della scrittura
1978 -1979
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
229 p.
Collocazione
DP/Adn2