Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 4

[...] Nel vivere una giornata

Silvia Salvatici

Una giovane studiosa lavora per la cooperazione internazionale nel Kosovo del dopoguerra, curando un progetto di "Archivi della Memoria". Attraverso numerose interviste e incontri emergono i drammi, le speranze e le miserie appena vissute, sia dai serbi che dagli albanesi. Il piano più intimo e personale si sovrappone alla narrazione degli incontri effettuati per motivi di lavoro.
Estremi cronologici
2000 -2001
Tempo della scrittura
2000 -2001
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 62
Collocazione
DP/03

Italia 2001. Diario

Barb Sullivan

Un breve viaggio attraverso l'Italia, nel diario di una turista americana che annota -in italiano-, accanto alla fatica dei continui spostamenti, le caratteristiche, le abitudini e l'arte di piccole e grandi città. L'arrivo a Pieve è l'occasione per scoprire l'Archivio e vedere il suo diario più famoso, quello scritto sul lenzuolo a due piazze da Clelia Marchi.
Estremi cronologici
2001
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 16
Collocazione
DV/Adn2

Diario viaggio in Urss, 1963 (settembre - ottobre)

Claudio Pavone

Uno storico partecipa nel 1963 al congresso internazionale di storia della Resistenza a Karlovy Vary e si intrattiene per un mese a Mosca, Leningrado e Kiev come archivista di Stato. In seguito all'accordo stipulato fra il governo italiano e quello sovietico, oltre che intervenire ad incontri e visitare archivi, nel diario l'autore fa riflessioni e considerazioni su luoghi, paesaggi, persone che incontra e si confronta su argomenti politici, di costume, economici e culturali con gli studiosi russi.
Estremi cronologici
1963
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 223
Collocazione
DP/Adn2

[...] Diario di Federico Hermanin

Federico Hermanin De Reichenfeld

L'autore è un noto storico dell'arte e museologo, esponente culturale di rilievo fino alla prima metà del Novecento. Federico dedica una prima metà dei suoi scritti, selezionati dalla studiosa Serenella Norfi, al ricordo del periodi giovanile trascorso a Roma a studiare filologia e storia dell'arte, a coltivare passatempi spensierati e amicizie colte e talvolta sorprendenti. Nel 1900, nel corso di alcuni restauri a Santa Cecilia in Trastevere, emerge un grande affresco duecentesco che Federico riconosce e attribuisce a Pietro Cavallini. Come emerge dal diario, la scoperta del Giudizio Universale di Santa Cecilia si rivela un avvenimento determinante per la v...
Estremi cronologici
1880 -1950
Tempo della scrittura
1880 -1950
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
63 p.
Collocazione
MP/21