Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 24

Le realtà biografiche nel XX secolo

Antonio Farina

Tutta una vita dedicata al lavoro nel tentativo di migliorarsi e di raggiungere l'agiatezza per la propria famiglia. Garzone, manovale, operaio, infine imprenditore, l'Autore, ormai pensionato, se la prende con la società odierna che lo costringe a spendere tutti i suoi guadagni nelle cure necessarie per guarire i numerosi malanni che l'affliggono.
Estremi cronologici
1913 -1986
Tempo della scrittura
1985 -1986
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 306
Collocazione
MP/89

Quasi una cronaca. Complessato?

Gianfranco Po

Narrato in terza persona, l'avvicinarsi di un giovane alla vita degli adulti, dalle prime scoperte amorose alla fede politica, nel quadro sociale di un piccolo paese, negli anni del Fascismo e della guerra.
Estremi cronologici
1930 -1953
Tempo della scrittura
1983 -1984
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 219
Collocazione
A/86

Diario di guerra

Giovanni Pessina

Catturato in Jugoslavia perchè partigiano, l'autore viene deportato in Germania e internato in un lager. Rifiutatosi di diventare soldato per la Repubblica sociale italiana, verrà costretto ai lavori forzati e, una volta libero, si troverà in varie città tedesche, prima del ritorno in patria.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1948
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 296
Collocazione
MG/87

La gioventù femminile saronnese nella resistenza

Maria Pagani

A quindici anni, una donna decide di aderire alla brigata partigiana Rosselli come staffetta. Gli spostamenti in bicicletta per portare messaggi, le paure e i disagi, si alternano alla speranza della fine della guerra, che nella fantasia dei ribelli significa ritorno alla libertà in un paese migliore.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 22
Collocazione
MG/87

Quella III B - Ricordi di scuola - Ancora insieme

Giuseppe Guido Passadore

Uno scrive per tutti una memoria collettiva. I ritratti di quindici ex alunni di un liceo genovese, per "divertirsi e ricordare" i professori, le temute interrogazioni, l'esame di maturità ma soprattutto la nascita dei primi amori.
Estremi cronologici
1945 -1950
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 59
Collocazione
MP/88

Diario di alcuni mesi del 1944

Assunta Cristini

Durante la guerra, una donna coraggiosa fa la spola tra Roma, dove vive con marito e figli, e Veroli, dove abita la madre, trasportando nella sua valigia generi alimentari introvabili in città e affrontando il pericolo dei bombardamenti e delle perquisizioni dei tedeschi.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1981
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MG/99

Il Treno

Rino Esposito

Un viaggio in treno attraverso la campagna irpina come pretesto romanzesco per far rivivere un lontano mondo contadino. L'infanzia povera in una famiglia dominata dai rancori, il lavoro minorile, l'esigenza di un riscatto che conduce un ragazzo, desideroso di migliorarsi, ad approdare nella Napoli sconvolta dalla guerra e, successivamente, nella Milano del boom economico.
Estremi cronologici
1934 -1960
Tempo della scrittura
1960
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
romanzo
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Allegati
Consistenza
pp. 139
Collocazione
MP/99

I pensieri di Riccardo

Riccardo Cervellini

Preso prigioniero a Bologna l'8 sett. 1943, viene portato dai tedeschi in un lager vicino ad Hannover. Fame, torture, freddo, ma anche furbizia per tentare, spesso invano, di evitare tutto ciò. Con uno stratagemma il fratello Carlo, anch'egli prigioniero in Germania, riesce a portarlo nel campo dove è luie nel quale le condizioni di vita sono più umane. Liberati dai Russi, tornano a Roma nel 1945.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Allegati
Consistenza
pp. 128
Collocazione
MG/Adn2

Autobiografia esistenziale

Serafino Valla

Autobiografia di un artista naif: per sfuggire a un padre manesco e instabile si arruola volontario partecipando, durante la seconda guerra mondiale, ai combattimenti sia sul fronte francese che su quello russo. Lasciato l'esercito, soltanto dopo molte traversie lavorative, ottenuta finalmente la pensione, potrà dedicarsi a tempo pieno e con successo alla passione per il disegno e la scultura.
Estremi cronologici
1919 -1992
Tempo della scrittura
1998 -2000
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 51
Collocazione
MP/01

Note ed appunti di guerra e di prigionia 1940-1945

Uberto Rizzo

Dopo aver partecipato alla guerra lampo contro la Francia, nel 1940 è ufficiale in Albania dove combatte contro i greci, il fango, le lunghe e spesso inutili marce. Poi è ad Atene per tre anni e, dopo l'8 settembre, è fatto prigioniero e internato in diversi campi di Polonia e Germania. Dopo cinquant'anni scrive i suoi ricordi sotto forma di diario, con una vena di nostalgia.
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1986
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 180
Collocazione
MG/02