Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 4

Diario di guerra

Rollando Angelo

Diario di bordo di un sottocapo cannoniere, arruolato nella regia marina dal 1913 al 1919, impiegato sul cacciatorpediniere Impavido negli anni della Prima guerra mondiale. Annota alcuni avvenimenti di rilievo come l'esplosione della Santa Barbara e il relativo affondamento della nave scuola Brin, avvenuto nel 1913, e alcuni episodi avvenuti in mare in particolare nei mesi del conflitto, durante i quali partecipa azioni di guerra a bordo dell'Impavido, con il quale scorta numerose corazzate. Partecipa a siluramenti e li subisce, assiste all'affondamento di imbarcazioni di diverso cabotaggio. Tra le poche pagine che esula dalla cronaca degli eventi strettamen...
Estremi cronologici
1916 -1919
Tempo della scrittura
1916 -1919
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
diario di bordo
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
59 p.
Collocazione
DG/18

I Natali della memoria

Giuseppina Franca (Pinuccia) Casali

Una donna, avvicinandosi al Natale in tempo di emergenza sanitaria legata al Covid-19, riflette sulle difficoltà del presente e sulle sue analogie con epoche passate.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1960-2000
Fine: 2020
Tempo della scrittura
2020 -2020
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
2 p.
Collocazione
MP/T3

Bianco e nero. Hadis. Hadisi N'Gio'. Gemelli

Italo Cipolat

Un uomo, nato in Congo da genitori italiani emigrati in Africa all’inizio del Novecento, racconta la sua vita dall'infanzia al rientro definitivo in Italia, avvenuto negli anni Settanta per motivi di salute. Trascorsa la prima infanzia nella farm che il padre costituisce negli altopiani del Katanga, viene inviato a studiare prima in Sudafrica e poi a Malta e in Italia. Ventenne fa ritorno in Congo alla vigilia dello scoppio della Seconda guerra mondiale e quando l’Italia entra nel conflitto al fianco della Germania e contro il Belgio è arrestato con la famiglia e internato per due anni. Liberato, deve affrontare il lutto della morte del padre. Nella sua vi...
Estremi cronologici
1917 -1994
Tempo della scrittura
1974 -1994
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Formato Digitale: 1
Fotografie
Consistenza
564 p.
Collocazione
MP/19

[...] Carissimo

Giuseppe Lorenzo Mazza , AA.VV

Epistolario che si stratifica con la corrispondenza scambiata dalla famiglia Mazza tra il 1912 e il 1917: 560 tra lettere e cartoline spedite e ricevute nell’arco di 5 anni, firmate in via prevalente da un padre (Roberto, ufficiale di artiglieria) una madre (Serafina, crocerossina) e un figlio (Giuseppe, sottotenente di fanteria) coinvolti in prima persona nell’esperienza della Prima guerra mondiale. Tra la prima lettera in cui compare un esplicito riferimento alla presenza di un membro della famiglia al fronte (da Serafina a Roberto 23 luglio 1915) e l’ultima lettera iniziata a scrivere da Giuseppe poco prima di essere colpito a morte da una pallottola aust...
Estremi cronologici
1915 -1917
Tempo della scrittura
1915 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Fotocopia originale: 1
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
185 p.
Collocazione
E/18