Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 22

Il sesso non conta

Silvia Ghirardi

Le avventure incompiute con gli uomini, le relazioni amorose con le donne, il periodo delle persecuzioni contro gli ebrei e qualche sguardo dietro le quinte della propria vita artistica.
Estremi cronologici
1945 -1981
Tempo della scrittura
1945 -1981
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
poesie
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 91
Collocazione
DP/90

Il bosco incantato

Anna Maria Calosi

Racconti d'infanzia e di guerra in Toscana, tra il capoluogo di regione e le colline. Città e campagna contribuiscono alla formazione di una bambina e adolescente che diventerà telefonista, e saprà tornare con i ricordi spontanei a quei tempi lontani.
Estremi cronologici
1931 -1952
Tempo della scrittura
2002
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 116
Collocazione
MP/03

Il luogo

Filippo Ferdinando Nembrini

Il giovane autore racconta la nostalgia per i nonni, il rapporto talvolta conflittuale con i genitori, le amicizie, i viaggi in Europa, America e Asia, ma soprattutto la solitudine e l'angoscia dopo la fine del suo rapporto con Claudia.
Estremi cronologici
Inizio presunto: 1990-1999
Fine: 1999
Tempo della scrittura
1999 -2000
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 136
Collocazione
MP/04

Vivere e amare

Assunta Cancellieri

Né una grave forma di osteomielite, sviluppatasi per un'infezione contratta durante il pascolo delle pecore, né la morte della giovane madre, scalfiscono la voglia di vivere di una ragazza dell'Umbria settentrionale. Ora che è pensionata, e vive a Nizza da cinquant'anni, rievoca la sua gioventù contadina, trascrive le molte canzoni religiose e profane di allora, e poi racconta l'emigrazione, l'incontro con l'uomo che sposerà, il loro lavoro di commercianti nel settore dell'orologeria.
Estremi cronologici
1931 -1968
Tempo della scrittura
2002 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 9
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 184
Collocazione
MP/04

Per non perdere il filo

Fernando Ranieri

L'autore, nato a Roma nel 1918, trascorre parte della sua infanzia a Celano con i nonni materni, poi a Roma con il padre e la matrigna. Comincia a lavorare in sartoria a undici anni, dopo la morte del padre. Dal 1939 al 1945 è militare in Sardegna come radiotelegrafista. Riflessioni sulla politica, sulla guerra, sul terrorismo e sul comportamento dei giovani di oggi completano il testo.
Estremi cronologici
1918 -1945
Tempo della scrittura
2002 -2003
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 65
Collocazione
MP/05

[...] Unità di misure per lunghezze

Giuseppe Taglione

Due quaderni in cui un giovane militare, prigioniero di guerra, annota, alternandole a brevi note personali, nozioni di grammatica, matematica e lingua inglese, apprese durante le lezioni, tenute da ufficiali italiani anch'essi prigionieri.
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 84
Collocazione
DP/Adn2

Diario della mia prigionia

Mario Esposito

Il diario di un tenente napoletano, deportato prima in Polonia poi in Germania: di stanza in Grecia e senza ordini superiori precisi, dopo l'otto settembre accetta di seguire la sorte dei suoi soldati. Trascorrerà giornate segnate dalla fame e dal clima rigido, ma allietate dal ricordo della donna amata e dalla possibilità di allestire spettacoli musicali.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Formato Digitale: 1
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 34
Collocazione
DG/06

Diario di guerra e di prigionia

Rocco Egidio De Bonis

La grande guerra raccontata da un giovane ufficiale che, sostenuto da una solida fede patriottica, combatte in prima linea con i propri soldati. Ferito, e per questo decorato, torna in trincea sino all'ottobre del 1917 quando, fatto prigioniero, è spostato in vari campi da dove tenta - vanamente - tre volte la fuga. Finito il conflitto, nel caos della diserzione e dello sbandamento di tanti soldati austriaci, sono quelli italiani che riportano l'ordine. Prima del ritorno in Italia visiterà Budapest e Praga, oltre a essere inviato in missione a Vienna.
Estremi cronologici
1915 -1919
Tempo della scrittura
1915 -1928
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 554
Collocazione
DG/07

I punti del diagramma

Agostino Raff

Venti anni di un impiegato trentino, da sempre appassionato di pittura, musica e teatro: un lungo viaggio attraverso esposizioni d'arte, sceneggiature e scrittura in prosa e poesia. Sullo sfondo, l'evolversi del gusto artistico attraverso riflessioni personali e letture critiche delle opere e degli autori, che maggiormente lo hanno influenzato.
Estremi cronologici
1962 -1982
Tempo della scrittura
1962 -1982
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 1364
Collocazione
MP/07

Le età della vita

Mimmo Tardio

L'ingresso nel mondo sindacale, raccontato da un dirigente pugliese, per anni responsabile del comparto scuola: docente alle scuole superiori, affianca all'insegnamento l'attività in confederazione. Poi inizia il distacco dall'impegno attivo, che però non viene meno quando arrivano a Brindisi le prime ondate migratorie dall'Albania.
Estremi cronologici
1961 -2006
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 41
Collocazione
MP/Adn2