Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 214

[...] Passammo

Michail Dmitrievich Boutourline

Nel 1817 una nobile famiglia russa è costretta a trasferirsi in Italia, per curare l'asma del capofamiglia. Giunti a Firenze dopo tre mesi di viaggio, si inseriranno immediatamente nella cosmopolita società fiorentina. Il processo di italianizzazione sarà così profondo da provocare anche l'abbandono della religione ortodossa per quella cattolica. Farà eccezione l'Autore, che tornerà in Russia, dove vivrà in precarie condizioni economiche.
Estremi cronologici
1817 -1862
Tempo della scrittura
1867 -1872
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 154
Collocazione
MP/Adn

Che cos'è un profugo

Alice Dikovich

Una giovane donna è costretta ad abbandonare l'Istria, occupata dall'esercito di Tito. Farà la cantante e l'attrice di fotoromanzi, conoscerà l'amore di un principe austriaco, frequenterà noti intellettuali italiani, senza però riuscire a dimenticare la patria lontana e a placare il rimorso per avervi lasciato l'anziano padre.
Estremi cronologici
1963 -1992
Tempo della scrittura
1963 -1992
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 173
Collocazione
MP/Adn

Il viaggio di un pellegrino alla ricerca della sua patria

Raffaele Gianighian

Il massacro del popolo armeno nel racconto di uno scampato - rimasto orfano nel 1915 ed emigrato a Venezia - che torna dopo settant'anni a visitare i luoghi della tragedia.
Estremi cronologici
1915 -1985
Tempo della scrittura
1985 -1989
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 118
Collocazione
MP/91

Ricordi

Giacomo Mendelevich

Figlio di commercianti, continua l'attività paterna portandola ai massimi livelli. Poco dopo lo scoppio della rivoluzione d'ottobre, la famiglia lascia la Russia alla volta dell'Italia; si crea una brillante posizione sociale, si sposa, senza però riuscire a placare la nostalgia per il proprio Paese.
Estremi cronologici
1902 -1992
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 43
Collocazione
MP/Adn

Riso, faglioli & bagna cauda

Thei De Almeida Vianna

Un'insegnante brasiliana rievoca l'incontro con un emigrato italiano, la loro movimentata convivenza e il comune trasferimento in Italia negli anni Settanta.
Estremi cronologici
1948 -1978
Tempo della scrittura
1972 -1978
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 60
Collocazione
MP/92

Io? Sono di Mosca

Nina Frenkel

L'inquieta esistenza di una donna moscovita nata e vissuta nell'ambiente degli artisti: la capitale sovietica negli anni cinquanta, l'attività sportiva in nazionale, viaggi e incontri coi protagonisti della politica e dell'arte.
Estremi cronologici
1947 -1990
Tempo della scrittura
1991
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 103
Collocazione
MP/92

[...] Quando, nei primi giorni di marzo

Ruth Wotruba

Figlia di madre ebrea e di padre ariano, quando i nazisti si annettono l'Austria, nel 1938, si trasferisce con i parenti in Italia, dove diventa infermiera. Racconta di molta solidarietà, ma anche di dispiaceri famigliari e di sue profonde amarezze affrontate con coraggio. Costretta alla clandestinità, dopo l'8 settembre 1943, si salva rifugiandosi a Torre Pellice e, dopo la guerra, emigra in Palestina.
Estremi cronologici
1938 -1948
Tempo della scrittura
1975 -1976
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 110
Collocazione
MP/94

[...] Ciao dolcissimo Ridha

Ridha

Ridha è un ragazzo egiziano in carcere per droga: a questo argomento si riferiscono le sue lettere indirizzate a un'assistente carceraria e le sue pagine di memoria di orfano di madre, ospitato in Italia da uno zio che lo ributta sulla strada, dove si darà allo spaccio.
Estremi cronologici
1993 -1995
Tempo della scrittura
1993 -1995
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 99
Collocazione
E/96

Ricordi di Bengasi 1940/45. La mia guerra

Agatina Ajello

Nel cosmopolitismo della "quarta sponda" alla vigilia del secondo conflitto mondiale, il rapporto con la diversità etnica di una bambina che sarà poi costretta a trascorrere lunghi mesi in un sanatorio siciliano.
Estremi cronologici
1929 -1949
Tempo della scrittura
1963
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 26
Collocazione
MP/97

Sette Natali ed una Pasqua

Tatiana Quercia

Figlia di una russa, profuga zarista, e di un funzionario dell'ambasciata italiana di Costantinopoli, l'autrice vive con il cugino Igor e l'amica Galia tutti i contrasti che derivano dalle diverse origini culturali e religiose, che si esaltano in occasione delle diverse ricorrenze natalizie, fino a quella in cui Galia vivrà un disperato amore.
Estremi cronologici
1926 -1996
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MP/97