Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 43

Diario del mio ultimo richiamo del 7 gennaio 1941

Ottavio Bigi

Richiamato alle armi nel 1941 l'autore narra la sua esperienza come aiutante tecnico e goniometrista inviato con la Divisione "Messina" a reprimere la lotta partigiana nel Balcani. Dopo un periodo di addestramento a Firenze in aprile sbarca a Durazzo, dirigendosi poi verso Tirana e Scutari. Qui la carovana deve fermarsi perché bloccata dagli attacchi della fanteria nemica che non vuole arrendersi. Nelle montagne intorno a Budua il distaccamento degli alpini e degli artiglieri viene circondato e tenuto in scacco dai ribelli: l'imboscata si conclude con la resa del nemico e la magra vittoria di un pesante bilancio di morti. Come altri protagonisti di questa im...
Estremi cronologici
1941 -1943
Tempo della scrittura
1941
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Fotocopia originale: 1
Formato Digitale: 1
Consistenza
pp. 29
Collocazione
DG/13

L'identità persa in mare

Arber Agalliu

L'autore racconta l'infanzia a Tirana durante il periodo dell'anarchia albanese del 1997, quando il Paese vive nel caos a causa dell'isolamento dal resto dell'Europa. Per le condizioni economiche difficili la famiglia è costretta ad emigrare in Italia. La nuova vita comincia a Sesto Fiorentino (FI) ma l'integrazione risulta complessa. Dopo qualche tempo e varie peripezie i genitori trovano un lavoro fisso in provincia di Arezzo, una casa e il sospirato permesso di soggiorno, che gli permette di tornare a visitare l'Albania. Agalliu scopre di essere legato a due culture ma anche di non appartenere totalmente a nessuna.
Estremi cronologici
1998 -2014
Tempo della scrittura
2014 -2014
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
12 p.
Collocazione
MP/T3

Ricordi lontani

Domenico Blanca

L'autore nasce nel 1919 in provincia di Enna. Dopo il Liceo si iscrive all'Università di Catania. Nel 1939 dopo il Corso Allievi Ufficiali sceglie di andare in Albania per guadagnare di più. Ferito ad una mano viene mandato in ospedale e poi a casa. Rientrato al Distretto di Monopoli si rifiuta di tornare in guerra al fronte. Nel 1941 va in servizio in Grecia, ad Atene, dove conosce Mary. Ritorna a casa per concludere gli esami e laurearsi ma nel frattempo viene a conoscenza dello sbarco degli alleati. Sconcertato per la notizia dell'Armistizio e svegliato dai Tedeschi per una perquisizione progetta di fuggire. Aiutato dal Sindaco viene accompagnato dal capo...
Estremi cronologici
1919 -1946
Tempo della scrittura
1990 -1995
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
259 p.
Collocazione
MG/15

[...] Gino

Luigi Malli , Carla Montanari

Il testo, scritto dal 1929 e il 1944, racchiude le lettere che si scambiano Luigi Malli e Carla Montanari e i rispettivi parenti, durante i periodi bellici del 1935/36 e 1940/44. Si scambiano parole d'amore, descrivono il loro matrimonio, la nascita della figlia, la guerra e gli spostamenti in Africa, la prigionia del giovane padre in Prussia e infine il loro ricongiungimento.
Estremi cronologici
1929 -1946
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
167 p.
Collocazione
E/17

I miei ricordi

Vittorio Pulcini

Un militare viene inviato a combattere sul fronte albanese nel corso della Seconda guerra mondiale. Dopo l'8 settembre 1943 si unisce ai partigiani locali insieme ad alcuni compagni. Nel dopoguerra si dedica al lavoro e alla famiglia.
Estremi cronologici
1942 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
96 p.
Collocazione
MG/T3

[...] Il 29 marzo

Guido Pieretti

Il diario di un tenente marchigiano del Regio Esercito, riordinato dopo la sua morte dalle figlie, si compone di tre periodi. Il primo è annotato su due block notes e si svolge dall'aprile del 1940 al febbraio del 1941: l'autore descrive attraverso annotazioni giornaliere il richiamo alle armi e il periodo di permanenza in Albania, precedente gli avvenimenti in Grecia. Il secondo periodo, dall'8 settembre al 2 ottobre 1943, è annotato su fogli protocollo e racconta il lungo viaggio in treno dalla baia di Navarino alla soglia del primo lager, quello di Beniaminow, in Polonia. Successivamente viene trasferito a Sandbostel e WIetzendorf in Germania. Il terzo p...
Estremi cronologici
1940 -1945
Tempo della scrittura
1940 -1942
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
211 p.
Collocazione
MG/17

La mia vita

Davide Fogato

Un diario lungo oltre vent'anni, scritto da un giovane genovese stabilitosi a Manchester dopo aver vissuto e lavorato in diversi Paesi. La scuola, le amicizie, gli amori, i viaggi, il lavoro e la famiglia sono i temi principali del racconto.
Estremi cronologici
1991 -2019
Tempo della scrittura
1991 -2019
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Consistenza
8190 p.
Collocazione
DP/Adn2

La mia storia è la tua storia

AA.VV.

All'interno di un progetto rivolto agli immigrati e al racconto delle loro storie, uomini e donne provenienti da diversi Paesi del mondo parlano di sé, delle loro origini, di come sono arrivati in Italia e della loro nuova vita.
Estremi cronologici
1960 -2019
Tempo della scrittura
2019
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
19 p.
Collocazione
MP/T3

Il potere del pensiero

Atdhe Lusha

Un ragazzo kosovaro viene colpito in età infantile da una gravissima malattia e arriva a Roma per essere curato. Il suo percorso medico procede tra alti e bassi e al compimento della maggiore età il giovane decide di rimanere in Italia per poter continuare a occuparsi della sua salute, dedicandosi anche al volontariato e studiando per costruire il proprio futuro.
Estremi cronologici
2005 -2019
Tempo della scrittura
2019
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Formato Digitale: 1
Allegati
Consistenza
9 p.
Collocazione
MP/T3

La mia guerra. Memorie di un soldato della seconda guerra mondiale

Mario Stocco

Un militare italiano al momento dell'armistizio dell'8 settembre 1943 si trova in Albania. Sfuggito ai tedeschi che lo hanno fatto prigioniero, si unisce ai partigiani albanesi e poi trova ospitalità in un villaggio di pastori, dove resta fin dopo la fine della guerra. Rientrato in Italia, inizia per lui una nuova vita, che lo porta anche a lasciare la propria città natale e a trasferirsi a Roma per lavoro.
Estremi cronologici
1941 -1950
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1950-2011
Fine presunta: 1950-2011
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
134 p.
Collocazione
MG/Adn2