Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 20

Libbro di varii ricordi

Settimio Giovacchini

La cronaca, piena di buoni consigli e di avvertimenti per i figli, di un membro di un'antica dinastia di notai e cancellieri del Granducato di Toscana.
Estremi cronologici
1721 -1747
Tempo della scrittura
1721 -1747
Tipologia testuale
cronaca
Tipologia secondaria
Memoria
Libro di famiglia
ricordi
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
A/91

Sprazzi di lontane reminiscenze di un ex cappellano militare delle guerre 1915-18 e 1940-45

Domenico Bacci

Trent'anni di ricordi di un sacerdote che ha vissuto al fronte la prima guerra mondiale: le sue memorie militari si intrecciano con l'esercizio del ministero sacerdotale. Sarà poi chiamato in importanti incarichi nelle diocesi di Cefalù, Brindisi e Firenze, dove vivrà i giorni del secondo conflitto e della liberazione.
Estremi cronologici
1916 -1944
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1970-1979
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 73
Collocazione
MG/85

[...] Avrei dovuto scrivere ieri o ieri l'altro

Anna Ventura

Le annotazioni di un'insegnante di lettere che tiene rapporti con i filologi dell'università di Firenze e i colleghi de L'Aquila. In bilico fra razionalità e sentimento emerge tutta l'inquietudine di vivere in provincia per uno spirito sensibile e ambizioso.
Estremi cronologici
1957 -1979
Tempo della scrittura
1957 -1979
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 3
Consistenza
pp. 500
Collocazione
DP/96

Cui bono

Alberto Paolo Angeli

"La guerra avrebbe un lato buono se insegnasse a odiare la guerra". L'Autore, sfollato presso l'amico pittore Bernardini, torna a Firenze nell'estate del '44 e ritrova la sua bottega di antiquario completamente distrutta dai tedeschi che hanno fatto saltare anche i ponti sull'Arno.
Estremi cronologici
1944
Tempo della scrittura
1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
DG/97

Sette Natali ed una Pasqua

Tatiana Quercia

Figlia di una russa, profuga zarista, e di un funzionario dell'ambasciata italiana di Costantinopoli, l'autrice vive con il cugino Igor e l'amica Galia tutti i contrasti che derivano dalle diverse origini culturali e religiose, che si esaltano in occasione delle diverse ricorrenze natalizie, fino a quella in cui Galia vivrà un disperato amore.
Estremi cronologici
1926 -1996
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 88
Collocazione
MP/97

Tredici mesi senza notizie

Michelina Michelini

Sola con tre bambini, una giovane donna affronta con coraggio il periodo dello sfollamento e del passaggio del fronte. Lontana dal marito dal quale non riceve più notizie, comincia a scrivere un diario per fare in modo che il suo uomo, al ritorno, conosca la storia della sua famiglia. Nel 1978 ricopia tutto tranne le espressioni d'amore per il marito lontano e distrugge l'originale: i figli non devono sapere.
Estremi cronologici
1943 -1944
Tempo della scrittura
1943 -1944
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 28
Collocazione
DG/99

Nel divenire

Sara Cerrini

Diario personale di un'ex insegnante con la passione della pittura: nell'arco di quasi dieci anni, una storia ricca d'incontri intellettuali, di vacanze rilassanti, di un tenero rapporto con il marito. Come sottofondo il paesaggio toscano e una rete infinita di riflessioni e di intimità.
Estremi cronologici
1980 -1989
Tempo della scrittura
1980 -1989
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 708
Collocazione
DP/00

L'Alberaccio e dintorni

Giovanna Marchini

Dalla campagna alla città, sei sorelle lottano per affermarsi nel lavoro ed emanciparsi. Testimone delle loro peripezie e della solidarietà che le lega è l'autrice della memoria, figlia di una di loro, che cercherà di seguire l'esempio d'indipendenza di madre e zie.
Estremi cronologici
Inzio: 1923
Fine presunta: 1960-1969
Tempo della scrittura
1996 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Libro di famiglia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 77
Collocazione
MP/00

Frammentario

Germano Ripandelli

I ricordi di un agiato passato, diviso tra l'amministrazione del proprio capitale fondiario, i viaggi e l'amore sincero per la famiglia, si affiancano, nella memoria di un nobile napoletano, alle riflessioni sul presente, segnato da inevitabili cambiamenti.
Estremi cronologici
1911 -1967
Tempo della scrittura
1939 -1966
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 139
Collocazione
MP/Adn2

Una vita qualunque - Un'esperienza straordinaria

Gianna Falciani

L'autrice ripercorre la sua vita: dall'infanzia circondata da affetti e certezze, all'adolescenza in un'esclusiva scuola di lingue di Firenze, alle prime esperienze amorose. Si sposa molto giovane e il suo matrimonio si interrompe dopo pochi anni. Ha altre esperienze d'amore, talora esaltanti, altre volte dolorose e deludenti. La pratica di una religione orientale riuscirà a darle serenità.
Estremi cronologici
1949 -1990
Tempo della scrittura
2001 -2002
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 144
Collocazione
MP/03