Hai selezionato il Luogo del racconto
Risultati ricerca: 10

[...] Tricesimo, un paesino in pianura

Giuseppe Rondoni

La difficile vita trascorsa al fronte durante il primo conflitto mondiale e l'espatrio in Africa alla ricerca di un lavoro che l'Italia del ventennio non pareva offrire, spingono un giovane a una riflessione continua sulla propria esperienza.
Estremi cronologici
1915 -1937
Tempo della scrittura
1915 -1937
Tipologia testuale
Diario
Tipologia secondaria
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Fotocopia originale: 1
Consistenza
pp. 92
Collocazione
DP/86

[...] Cari genitori

Aldo Polcri

Una corrispondenza quotidiana intessuta di affetti profondi lega un giovane fante alla famiglia, nel difficile periodo trascorso prima in Libia e poi al fronte, sui monti del Friuli. Infine, poche lettere degli anni Trenta, quando Aldo è divenuto maresciallo e dirige, in Arezzo, la fanfara di un reggimento di fanteria.
Estremi cronologici
1899 -1931
Tempo della scrittura
1899 -1931
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Originale autografo: 1
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 135
Collocazione
E/86

[...] Lascio ai posteri

Giovanni Varricchio

La prima guerra mondiale raccontata con crudezza da un agricoltore meridionale che, strappato alla sua terra e al suo lavoro, si ritrova a combattere nelle Alpi carniche per quarantuno mesi, fino a Caporetto e alla vittoria.
Estremi cronologici
1914 -1919
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1930-1939
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 77
Collocazione
MG/90

[...] Cari fratelli, a rapporto!

Alessandro Vecchiotti

Studente di ingegneria, spinto dall'amore per la patria, parte volontario per il fronte carsico. Raccolte dalla sorella e dai famigliari, le sue lettere sono intrise di quotidianità, dettagli minuziosi e poche esternazioni ideali. Fino al crepuscolo di Caporetto che pare definitivo.
Estremi cronologici
1915 -1917
Tempo della scrittura
1915 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 95
Collocazione
E/95

La croce sopra il pane

Rita Caleffi

Una studentessa universitaria rievoca la storia della sua famiglia: dal trisnonno garibaldino, alla prozia maestra-ostetrica, sino ai giorni nostri. La malattia del nonno, alcuni lutti famigliari e il carattere forte della madre, segnano le sue scelte e l'accompagnano sino al matrimonio.
Estremi cronologici
1967 -1994
Tempo della scrittura
1994 -1995
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 4
Consistenza
pp. 178
Collocazione
MP/99

Diario di guerra 1915 - 1918

Giuseppe Mimmi

Memoria-diario di un ufficiale che partecipa, dall'inizio, alla prima guerra mondiale. Dopo un lungo periodo in prima linea, nell'agosto del '17 è ferito. Al rientro è assegnato al Tribunale Militare in servizio sedentario, alloggia nelle belle ville venete e svolge il suo lavoro commentando le sentenze.
Estremi cronologici
1915 -1919
Tempo della scrittura
1965
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
Diario
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 657
Collocazione
MG/00

Grande Guerra 1915-1918

Adolfo Ballini

I tre anni di guerra di un artigliere, che assiste alle forti perdite umane, all'avanzamento di grado di compagni meno meritevoli, affronta marce forzate e spera di rivedere i propri cari. Poi, dopo tanti giorni in cui nulla di nuovo accade e dopo un lungo ricovero ospedaliero, ottiene una licenza e prova la gioia di essere, per sessanta giorni, un borghese.
Estremi cronologici
1915 -1918
Tempo della scrittura
1915 -1918
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 136
Collocazione
DG/01

Diario di guerra

Raoul Baccini

Diario di un caporale toscano che, durante la Grande Guerra, svolge un lavoro amministrativo al fronte. Si sposta, secondo le sorti della guerra, dal Friuli al Veneto e viceversa. Pur non partecipando direttamente ne descrive le varie fasi, i luoghi delle battaglie e quelli che visita per interesse personale. E' coinvolto nella rovinosa ritirata del 1917, nelle battaglie sul Monte Grappa ed è nel Friuli nei giorni della vittoria.
Estremi cronologici
1916 -1919
Tempo della scrittura
1916 -1919
Tipologia testuale
Diario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 3
Originale autografo: 1
Consistenza
pp. 279
Collocazione
DG/02

Perchè divenni partigiano

Giuseppe Ferraresi

L'autore, capitano nell'esercito, dopo l'8 settembre 1943, è a capo della brigata partigiana "Remo". Con l'aiuto degli inglesi, riescono a salvare Mirandola dai bombardamenti alleati contro i tedeschi in ritirata. Scrive anche di altre operazioni compiute dai partigiani nel modenese.
Estremi cronologici
1943 -1945
Tempo della scrittura
1950 -1954
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 13
Collocazione
MG/T2

[...] Cari genitori

Carlo

Un militare scrive alla famiglia mentre si prepara alla partenza verso il fronte russo: dislocato sul Don, accanto alle brevi notizie sull'esito dei combattimenti, si informa sulla salute dei suoi cari e racconta delle amicizie strette con la popolazione civile.
Estremi cronologici
1940 -1942
Tempo della scrittura
1940 -1942
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 38
Collocazione
E/Adn2