Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 45

[...] Caro figlio

Filide Giomi , Angelo Gracci

Un pensionato livornese scrive al figlio ferroviere emigrato in Sicilia alcune lettere per avere informazioni sulla sua salute, sul lavoro e sull'andamento degli affari, non riuscendo a rassegnarsi alla sua partenza e al distacco dagli adorati nipoti.
Estremi cronologici
1928 -1930
Tempo della scrittura
1928 -1930
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 37
Collocazione
E/89

Mi guardarono, risero e se ne andarono...

Antonio Venuso

Il lungo viaggio interiore di uno sfortunato ragazzo napoletano che, figlio di un farmacista, è toccato solo marginalmente dalla ricchezza economica degli anni Sessanta. Dopo aver lavorato come guardiano agli scavi di Pompei, si trasferisce a Roma, per tornare infine a casa dove ritrova i genitori malati e molta solitudine.
Estremi cronologici
1960 -1998
Tempo della scrittura
1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Allegati
Consistenza
pp. 98
Collocazione
MP/99

E se...

Ester Maimeri

Una ragazzina dell'alta borghesia imprenditoriale fa la staffetta partigiana in Val d'Ossola. Suo padre dirige un importante stabilimento di industria chimica e collabora con tutti i gruppi della Resistenza, soprattutto con quelli di orientamento cattolico - detti "azzurri" -, lei vive le sue avventure, fra agguati e rappresaglie, animata da un'incosciente allegria, in mezzo a pericoli reali. A guerra finita è offesa dalla fretta di molti di iscriversi fra i vincitori.
Estremi cronologici
1944 -1945
Tempo della scrittura
1993
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 7
Originale autografo: 1
Allegati
Consistenza
pp. 126
Collocazione
MG/00

L'isola dei morti

Francesca Farina

Le scure stanze della casa nativa, abitate da una madre abituata alla fatica e a silenzi pieni di odio, fanno da sfondo a un racconto d'infanzia sofferente. La scuola sarà l'unico "scampo".
Estremi cronologici
1958
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 1
Consistenza
pp. 14
Collocazione
MP/T2

[...] La casa secolare

Valeria De Muntas

Figlia di un medico e possidente sardo, l'autrice si trasferisce a Roma per sfuggire a un geloso innamorato siciliano. Prende due lauree, si sposa con un assistente medico di origini ebree, che muore in seguito alle ferite riportate dopo un bombardamento a Volterra, dove si erano traferiti. Finita la guerra, torna in Sardegna, sposandosi di nuovo.
Estremi cronologici
1915 -1946
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 115
Collocazione
MP/02

Le streghe e i santi

Carla Canonica

Gli anni dell'infanzia nella casa dei nonni in provincia di Cuneo. L'autrice rimane ai margini di un affresco domestico che vede protagonisti la grande casa di campagna e le figure famigliari che la popolano.
Estremi cronologici
1940 -1950
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 81
Collocazione
MP/02

Freguj, dolci briciole di ricordi

Gesuina Bolis

Una casalinga all'età della pensione si mette a scrivere i suoi ricordi semplici di vita di paese nel periodo dell'adolescenza, degli anni Trenta e Quaranta. La famiglia e la campagna sono protagoniste di un periodo di vita fatto di piccole cose, segnate dalla povertà e dalla capacità di adattarsi alle situazioni.
Estremi cronologici
1930 -1940
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 53
Collocazione
MP/02

Trieste redenta

Dorotea Candotti

Ricordi di un'insegnante triestina in pensione, che si è "sempre sentita italiana", anche quando nel 1910 "qualcuno insisteva nel volermi considerare austriaca". Ultima di quattro fratelli, racconta episodi di vita famigliare e lavorativa, con le prime esperienze di supplenza elementare in Istria.
Estremi cronologici
1910 -1928
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 32
Collocazione
MP/02

Briciole di una lunga storia

Franco Bergonzoni

I ricordi di vita di un architetto bolognese, legato da un profondo affetto alla famiglia, che ha affrontato grossi sacrifici per fargli concludere gli studi universitari: i continui viaggi in treno e i tanti lavori saltuari per non gravare troppo sul bilancio economico, sono ripagati da un'attività gratificante e dalla possibilità di coltivare la passione per l'archeologia.
Estremi cronologici
1927 -1986
Tempo della scrittura
2000 -2001
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 71
Collocazione
MP/03

Eredità di un'infanzia

Adriana Lucarelli

Nata a Genova, subito trapiantata a Gaeta e poi a Roma, traccia un'autobiografia parziale, che arriva sino alla metà degli anni Cinquanta. Sullo sfondo, il dopoguerra in Italia, gli usi e le tendenze dell'epoca, le feste, le vacanze, il forte legame con la cugina, ma anche un'analisi dello sviluppo della media borghesia che le pare rincorrere e creare il rinnovamento sociale e culturale in Italia.
Estremi cronologici
1948 -1955
Tempo della scrittura
2001
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 84
Collocazione
MP/03