Hai selezionato il Soggetto
Risultati ricerca: 173

Diario

Anita Sandri

La breve sintesi di una vita piena di eventi, dalla nascita a Bengasi - figlia di un giornalista che morirà in Cina durante il conflitto cino-giapponese - al trasferimento in Italia negli anni di guerra e al matrimonio, che la porterà a vivere in Australia; poi il divorzio e un nuovo matrimonio con un inglese, anch'esso fallito. Fino al ritorno in Italia, quando sua sorella si uccide.
Estremi cronologici
1930 -1970
Tempo della scrittura
Inizio presunto: 1990-1999
Tipologia testuale
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 40
Collocazione
MP/97

Le mie memorie

Adriana Chiappini

Adriana subisce per tutta l'infanzia e l'adolescenza ingiustizie, miserie, crudeltà, perché è una figlia "bastarda" mandata a vivere in collegio. La madre muore e lei, per tredici anni, lavora a servizio presso una signora romana. Finché si sposa e così raggiunge una relativa indipendenza.
Estremi cronologici
1937 -1996
Tempo della scrittura
1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Allegati
Consistenza
pp. 17
Collocazione
MP/98

Dal collegio nazionale per orfani di guerra di Brescia. Lettere dall'ottobre 1954 a fine-scuola 1955 + giudizio universale

Giuliano Fornara Bertona

Attraverso le lettere che mandava ai genitori, il ricordo di quando l'autore lavorava come istitutore al Collegio nazionale orfani di guerra di Brescia. Racconta in particolare della svogliatezza di alcuni ragazzi, in precarie condizioni materiali e morali, e descrive la severa figura del direttore.
Estremi cronologici
1954 -1955
Tempo della scrittura
1954 -1955
Tipologia testuale
Epistolario
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 18
Collocazione
E/98

[...] Amatissimo cugino, siamo rimasti contenti nel sapere...

Ernesto Rosadi

Lettere scritte alla famiglia e a un amico da uno studente poi diventato agrimensore, che finirà col morire sul Carso durante la prima guerra mondiale. Una documentazione, nel complesso, di raro interesse, soprattutto per le notizie che il giovane ufficiale riferisce dal fronte, prima di cadere sulla Bainsizza.
Estremi cronologici
1899 -1917
Tempo della scrittura
1899 -1917
Tipologia testuale
Epistolario
Natura del testo in sede
Fotocopia originale: 2
Consistenza
pp. 70
Collocazione
E/98

Mamma tuttavia

Gioia Viola

La storia di un difficile rapporto famigliare raccontata dopo la morte della madre, seguendo la traccia di una libera associazione di ricordi, col rimorso delle cose non dette e non fatte. Al ripudio da parte di una sorella si aggiungono tutti i commenti, i sentimenti e le incomprensioni che corrono sul filo di molte telefonate fra Trieste e Roma.
Estremi cronologici
1939 -1992
Tempo della scrittura
1992
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 149
Collocazione
MP/98

Mi ricordo

Giulietta Orlandi

Quindici pagine per ricordare una vita, come in un curriculum, con la morte prematura del padre e un viaggio a Lourdes. Gli estremi: una serena infanzia agiata e un anno "terribile" in collegio. Poi il gratificante lavoro di insegnante.
Estremi cronologici
1941 -1997
Tempo della scrittura
1997
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 15
Collocazione
MP/98

Una vita

Patrizio Pilozzi

In una memoria che cerca di riassumere tutta la sua visione dell'umanità, un ex seminarista, che ha viaggiato in tutto il mondo, racconta di un'infanzia subordinata al volere di un padre-padrone, dell'amore effimero per Chiara, conosciuta in un giardino vicino al seminario, e della sua cacciata dal collegio religioso, con il conseguente ritorno alla vita contadina della famiglia.
Estremi cronologici
1947 -1953
Tempo della scrittura
1993 -1997
Tipologia testuale
Memoria
Tipologia secondaria
zibaldone
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 173
Collocazione
MP/98

Un cuore ferito

Lucia Callegari

Dentro e fuori dal manicomio: una giovane donna che "non scende mai a compromessi" racconta il duro impatto con quella triste realtà - cui farà ritorno periodicamente - le violenze e i soprusi subiti e la difficoltà, una volta fuori, di vivere una vita serena.
Estremi cronologici
1946 -1978
Tempo della scrittura
1978
Tipologia testuale
Autobiografia
Tipologia secondaria
Memoria
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 45
Collocazione
MP/99

Nascere, vivere e lavorare in Sicilia...

Alfio Cicero

L'autore nasce in un paesino arroccato sui monti sopra Messina. Le esperienze di una vita filtrate dal senno di poi, raccontate a pensione raggiunta: in collegio dai salesiani, il militare, il matrimonio tardivo a 47 anni, la disoccupazione e i vari lavori. Autobiografia dedicata al figlio, morto diciottenne di leucemia.
Estremi cronologici
1936 -1995
Tempo della scrittura
1995 -1996
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 50
Collocazione
MP/99

Il dono più grande

Giorgio Manna

Autobiografia di un avvocato che tenta di mettersi a nudo, guardando con ironia agli sbagli commessi. Finché una figlia, fino ad allora sanissima, non muore per Aids (uno dei primi casi in Italia). Gli anni dell'infanzia, l'esperienza della guerra, la carriera e poi la devastante realtà, a cui non può porre rimedio, se non aiutando gli altri.
Estremi cronologici
1926 -1997
Tempo della scrittura
1994 -1998
Tipologia testuale
Autobiografia
Natura del testo in sede
Dattiloscritto: 2
Consistenza
pp. 102
Collocazione
MP/99